E’ parità (1-1) fra Audace Cerignola e Taranto, nel big match della quarta giornata del girone H di serie D. Un tempo per parte e risultato sostanzialmente giusto, con gli ofantini molto più pimpanti nella ripresa. I due tecnici sorprendono nelle formazioni ufficiali: non tanto Bitetto, per il quale avevamo preannunciato il 4-3-1-2 con Vittorio Esposito alle spalle di Lattanzio e Foggia, più la novità assoluta Di Cecco in mediana. Panarelli invece schiera un 3-5-2: Manzo e D’Agostino in panca, dentro la doppia punta (Diakite-Favetta) e Massimo e Ferrara a centrocampo. Il primo cenno di cronaca è già determinante: Foggia lotta in area con Bova, che lo stende nel momento in cui l’attaccante si gira per battere a rete. Il signor Scarpa indica il dischetto, alla trasformazione si presenta Lattanzio, il cui sinistro masticato è deviato con poca difficoltà da Pellegrino. I rossoblu si scuotono dal pericolo sventato, così al 18′ Di Senso in ripartenza calcia dalla distanza, Abagnale respinge e di lì a poco replica sul tentativo di Pelliccia. Due giri di lancette più tardi, il Taranto passa: punizione di Di Senso deviata in barriera da Di Cecco, il portiere gialloblu non può nulla. L’undici di Panarelli acquista campo e gestisce il pallone, ma rischia grosso al 29′: Alessio Esposito trova il corridoio perfetto per Lattanzio, il pallonetto dell’ex Andria si spegne di un soffio a lato sull’uscita di Pellegrino. L’Audace prova a mettere pressione agli avversari, senza però trovare occasioni importanti; gli ospiti minacciosi ancora in contropiede con Favetta, il suo tiro non inquadra la porta. Si va all’intervallo, non prima di aver annotato la sostituzione fra Longo e l’infortunato Alessio Esposito.

Cerignola in deciso rialzo al rientro dagli spogliatoi: Pellegrino al 4′ dice no coi pugni a Lattanzio solo davanti alla porta, poi la punta ex Andria non ha fortuna nemmeno su carambola (Ferrara gli spara la sfera contro ma la stessa esce di poco fuori). Di Senso cerca il bis su calcio piazzato, Abagnale copre bene il primo palo. Bitetto inserisce Loiodice e Marotta, per un Audace ancora più sbilanciato e a trazione anteriore. Il pareggio arriva al 65′: Loiodice spedisce in profondità Lattanzio, che stavolta scaraventa un sinistro su cui Pellegrino non può nulla. Ancora Loiodice protagonista in due occasioni: prima con un destro innocuo, a seguire la zuccata è troppo debole per impensierire il portiere tarantino. Sale in cattedra Marotta nel finale di match: il sinistro a giro sbatte sulla parte superiore della traversa, all’86’ lo stupendo aggancio col mancino non è accompagnato da un destro risolutore. A pochi spiccioli dal triplice fischio, Manzo non fa paura ad Abagnale, mentre Siclari (subentrato a Foggia) non arriva per pochissimo sul centro invitante di Marotta.

Il Cerignola muove la classifica: non riesce ad ottenere i tre punti, ma la reazione di carattere comunque c’è stata. Di contro, un Taranto organizzato e comunque abbastanza rinunciatario nella seconda metà di gara. Domenica prossima gli ofantini saranno nuovamente di scena fra le mura amiche, quando ospiteranno il Gragnano, vittorioso di misura sul Pomigliano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUDACE CERIGNOLA-TARANTO 1-1

Audace Cerignola (4-3-1-2): Abagnale, Cascione, Abruzzese, Pollidori, Russo L., Di Cecco (56′ Loiodice), Esposito A., Carannante, Esposito V. (56′ Marotta), Lattanzio, Foggia (70’ Siclari). A disposizione: Vassallo, Tedone, Matere, De Cristofaro, Russo S.. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Taranto (3-5-2): Pellegrino,  Bova, Lanzolla, Ferrara, Carullo, Di Senso (72′ Oggiano), Marsili, Massimo, Pelliccia (52′ Bonavolontà), Diakite (65’ Manzo), Favetta. A disposizione: Cavalli, D’Agostino, Guadagno, Squerzanti, Albanese, Miale. Allenatore: Luigi Panarelli.

Reti: 21′ Di Senso (T), 65′ Lattanzio (AC).

Ammoniti: Di Cecco, Abruzzese (AC); Bova (T).

Angoli: 3-1. Fuorigioco: 3-3. Recuperi: 3′ pt, 4′ st.

Note: Pellegrino (T) al 10′ para un rigore a Lattanzio (AC).

Arbitro: Scarpa (Collegno). Assistenti: Cortinovis (Bergamo)-Songia (Bra).

CLASSIFICA ALLA QUARTA GIORNATA

Az Picerno 12; Team Altamura 9; Bitonto, Taranto, Gelbison 8; Savoia 7; Fasano, Audace Cerignola, Sorrento, Francavilla in Sinni, Nardò 5; Gravina, Fidelis Andria, Nola 4; Granata Ercolanese, Gragnano 3; Sarnese 2; Pomigliano 0.