Una scuola di teatro, a Cerignola, sta per vedere la luce grazie alla partnership posta in essere fra il Cinema Teatro Roma e l’Associazione Culturale “Arterie Teatro”, con la collaborazione di AGE Cerignola e dell’Associazione Cor Solis. Questo importante progetto partirà ufficialmente il prossimo venerdì 12 ottobre e coinvolgerà i partecipanti in un itinerario lungo 8 mesi, con un’offerta formativa che abbraccia tutte le fasce d’età. Ogni mese vedrà in calendario quattro lezioni e la possibilità, inoltre, di recuperare quelle perse attingendo ad un pacchetto apposito.

La collaborazione fra Cinema Teatro Roma e Arterie Teatro è giunta al suo secondo anno. Originaria di Molfetta, Arterie Teatro ha fra i suoi obiettivi quello di sviluppare una sensibilità artistica diffusa che non lasci nessuno indietro e far sì che quella che si sviluppa sul palco diventi un’arte che sappia raggiungere tutti. Nel tardo pomeriggio di domenica 7 ottobre, all’interno del Cinema Teatro Roma, ha avuto luogo la presentazione del progetto dinanzi alle famiglie interessate ad intraprenderlo. L’incontro è stato presieduto da Simona Sala, direttrice della struttura nelle vesti di padrona di casa, Alessandra Sciancalepore e Leonardo Ventura, dell’Associazione Arterie Teatro. «Sarà una vera e propria scuola di formazione – afferma la direttrice artistica Sciancalepore a lanotiziaweb.it -. È bello fare teatro partendo già fin dai primi anni di vita. In questo caso, a Cerignola inizieremo dai 6 anni, il momento in cui i bambini iniziano ad andare a scuola e ad interfacciarsi con il mondo delle storie, dell’ascolto, della lettura. Il teatro, essendo un’arte globale, permetterà ai bambini ed ai ragazzi di interfacciarsi con un linguaggio che non sarà solo verbale ma soprattutto del corpo e delle emozioni. In questo lavoro sarò affiancata da altri docenti».

Saranno tre le fasce d’età destinatarie di questo progetto: bambini, dai 6 ai 9 anni, ragazzi, dai 10 ai 14, e adulti, dai 15 in su. Tre saranno anche i relativi gruppi di lavoro. «L’anno scorso abbiamo portato qui alcune delle nostre produzioni, avviando incontri con i giovani alle prime esperienze teatrali – è quanto evidenzia al nostro sito Leonardo Ventura -. Per noi è importante fare teatro e farlo bene, come momento di educazione alla vita. La prima cosa che il teatro insegna è l’ascolto. Ascoltare e collaborare sono cose fondamentali. È un insegnamento che cerchiamo di trasmettere a tutti i nostri allievi, a tutte le fasce d’età, perché possano portarlo anche nella vita, nella società, per creare generazioni future migliori».

Durante il corso, verranno toccati un po’ tutti gli autori, da Shakespeare a Calvino a Pirandello, andando anche verso generi differenti, dato che, come tiene ad evidenziarci Alessandra Sciancalepore, il teatro «è prova, è corpo, è fisico, è voce. Nelle fasi di improvvisazione, i ragazzi potranno creare le loro storie, lavorare sulla fantasia, sulla creatività e sulla collaborazione». La presentazione ha visto diversi giovanissimi partecipanti interessati a porre domande e ottenere risposte alle proprie curiosità. Come detto, quella del teatro è una disciplina che sarebbe ideale far propria sin dalla tenera età, quella in cui si impara ad emozionarsi. Ebbene, sul palco si ha la possibilità di mettere a frutto questo “potenziale emotivo”, che nella società contemporanea rischia di andare smarrito. Il teatro aiuta nella vita di tutti i giorni, a prescindere da cosa si farà da grandi. Soprattutto, procura un benessere capace di contagiare chi è intorno.

Per saperne di più, è possibile consultare il sito www.arterieteatro.it, la pagina Facebook “Arterie Teatro Scuola di Arti Sceniche” o scrivere agli indirizzi e-mail arterieteatro@libero.it e arterieteatro@pec.it.