Impegno infrasettimanale per l’Audace Cerignola: domani (ore 15.30 al “D’Angelo”) è sfida al Team Altamura per i trentaduesimi di finale della coppa Italia di serie D. L’incontro è un recupero, in quanto le diverse vicissitudini relative ad alcune squadre e ai turni precedenti hanno fatto slittare la data originaria. I ragazzi di Bitetto arrivano all’appuntamento dopo l’1-1 casalingo di domenica nel big match contro il Taranto: un secondo tempo nettamente migliore del primo ha permesso di recuperare lo svantaggio, poi un pizzico di malasorte ci ha messo del suo, con la traversa scheggiata da Marotta a circa dieci minuti dal termine della partita. Positivo nel complesso l’approccio con il nuovo modulo, forse più consono alle caratteristiche di alcuni elementi: di sicuro a giovarne è stato Riccardo Lattanzio, che malgrado il secondo errore consecutivo dal dischetto, ha siglato il gol del pareggio ed è arrivato numerose volte al tiro, cosa che invece non era accaduta così spesso nelle gare precedenti. L’attaccante ex Andria rende ed agisce ottimamente da seconda punta, il ruolo di centravanti non gli si addice propriamente, col rischio di limitarne la produzione offensiva.

Per l’occasione, è possibile che Bitetto impieghi alcuni elementi sinora non troppo utilizzati, varando un moderato turnover in vista del secondo match interno consecutivo in campionato contro il Gragnano. Dovrebbe confermarsi Pollidori in difesa, così come Di Cecco a centrocampo: opportunità quasi certa anche per Siclari, col siciliano bisognoso di trovare l’ideale ritmo partita a seguito del lungo infortunio. Indisponibile invece Marotta, il quale deve scontare il secondo turno di squalifica.

Avversario di turno sarà un Team Altamura in cerca di riscatto dopo il sorprendente stop fra le mura amiche imposto dal Gelbison: nonostante una mole notevole di azioni da gol, i campani sono stati più cinici ed hanno portato a casa il bottino pieno. Mercoledì scorso i murgiani hanno sconfitto in rimonta 3-2 il Bitonto, guadagnandosi il pass per incrociare gli ofantini. Mister De Luca ha ai suoi ordini un organico giovane ma di tutto rispetto, rappresentato dall’esperienza di Dibenedetto e dalla pericolosità in avanti di Tozzi e Leonetti.

In caso di parità al 90′, si effettueranno direttamente i rigori: chi otterrà la qualificazione affronterà il Picerno nei sedicesimi. La direzione di gara è stata affidata al sig.Robilotta, della sezione di Sala Consilina.