Sconfitta al tie break al pala “Dileo” per la Cannone Libera Virtus, nella prima giornata del girone D di serie B1: il Volleyrò Casal de’ Pazzi si impone rimontando due set di svantaggio (25-21; 25-23; 22-25; 23-25; 10-15 i parziali). Gara a due volti delle ofantine, che sembravano quasi con la vittoria in tasca, poi il ritorno inesorabile delle giovanissime avversarie. Coach Breviglieri ha schierato le padrone di casa nel 6+1 composto da: Minervini in regia e Mauriello opposto; Martilotti e Montenegro sulle bande; Neriotti e Cesario centrali, più Pisano libero. Pintus ha risposto con: Guiducci alzatrice e De Bellis sulla diagonale; Ghezzi e Blasi martelli; Meli e Grkovic sottorete e Scognamillo in difesa.

In avvio, Libera Virtus avanti anche se di misura: le romane sbagliano parecchio al servizio: sul 7-4 chiamato il primo timeout dalle ospiti. Un pallonetto di Montenegro per il 9-4, poi il ritorno del Casal de’ Pazzi a causa di sbavature delle locali (9-8); Mauriello d’impeto per il cambiopalla, con l’opposta che colpisce spesso entrando nel muro avversario. Blasi prova a far rientrare il Volleyrò (15-14) e riesce nell’aggancio con la sfida che si accende: le ofantine cercano di scappar via (18-15, bene in battuta Neriotti), incappando ancora in una certa discontinuità. A sprazzi, la Cannone tiene il comando, Martilotti dalla banda per il primo di tre set point, Montenegro con un colpo liftato per portare a casa il parziale.

Bene Cerignola anche al rientro in campo, Neriotti firma due punti consecutivi (4-1): le scudettate under 18 tenacemente non mollano e recuperano il gap. Accelerata ofantina (bordata in diagonale di Martilotti), le romane difettano più volte di mira eppure subentrano nuovi cali di tensione nelle ragazze di Breviglieri, che ferma il gioco sul 10-9. Break virtussino sul 15-11, Ghezzi dall’altra parte si impegna per tenere a galla le compagne: il Casal de’ Pazzi non si abbatte e copione del match inalterato, è parità a quota 19. Muro di Minervini per il +2 (22-20), finale di frazione punto a punto: fast di Cesario (24-23), attacco lungo di Blasi per il doppio vantaggio virtussino.

Neriotti sugli scudi nelle prime fasi del terzo parziale, ma si procede ancora sul perfetto equilibrio, tant’è che sul 4-5 le ospiti si trovano a condurre per la prima volta in gara: Meli ferma Cesario sottorete, risponde Mauriello (9-9). Neriotti è immarcabile in posto 3: la centrale va a bersaglio indifferentemente a muro, primo tempo e fast (13-11). Angelelli dà il cambio a Minervini al palleggio sul 13-14 con Breviglieri intenzionato a svincolarsi dal binario della perfetta parità; Ghezzi tiene avanti di una lunghezza le romane, Guiducci sigla il 19-22. La Cannone sembra un po’ a corto di energie con il suo coach a spendere due interruzioni in breve tempo ma non è sufficiente, il Volleyrò riapre la contesa.

Completamente ribaltati gli animi in campo: la compagine capitolina allunga già da subito (1-7) nel quarto periodo, gialloblu incapaci di reagire e Breviglieri esaurisce già le due sospensioni a disposizione. Blasi è l’esempio di quanto il Casal de’ Pazzi sia salito di tono in ciascuna dei suoi effettivi, purtuttavia Cerignola torna sotto (9-11): Cesario per il -1, poco dopo aggancio e sorpasso (14-13); Mauriello torna a far male da seconda linea, solo che il Volleyrò resta incollato: in campo anche Facendola per Montenegro, l’infinita volata rappresentata dal continuo susseguirsi di cambipalla vede le romane alla palla set sul 23-24 subito concretizzata, con l’approdo al tie break.

Nel quinto e decisivo set, squadre piuttosto stanche: si va al cambio campo sull’8-7 per le padrone di casa (lungolinea out di Blasi), poi le babies di Pintus mettono la freccia spolverando una difesa efficientissima con Ghezzi che fa il resto in prima linea. Più lucido nel momento topico, il Casal de’ Pazzi completa la rimonta e si aggiudica la vittoria. Bilancio a metà per la Cannone: prima parte dell’incontro con le luci di una buona produttività offensiva e di una adeguata funzionalità nel muro-difesa, seconda con qualche passaggio a vuoto di troppo. Si è pur sempre alla prima di campionato e tutto può essere perfezionato nei minimi dettagli: nel prossimo turno, Martilotti e compagne saranno impegnate in trasferta a Palmi.

Ecco il tabellino della Cannone Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Minervini 2, Mauriello 16, Martilotti 13, Montenegro 10, Neriotti 15, Cesario 9, Angelelli, Facendola, Pisano (libero).

CLASSIFICA GIRONE D ALLA PRIMA GIORNATA

Giòvolley Aprilia, Ferraro Lamezia, Santa Teresa di Riva, Cmo Fiamma Torrese 3; Europea 92 Isernia, Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma 2; Cannone Libera Virtus Cerignola, Assitec 2000 Sant’Elia 1; Expert Volley Palmi, Crai Radenza Modica, Pvg Bari, Luvo Barattoli Arzano, Givova Bcc Scafati 0.