Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Cerignola, e più precisamente quelli del Nucleo Operativo, hanno tratto in arresto una giovane coppia, PICCIONE LUIGI e LOMUSCIO FRANCESCA, entrambi cl. ’93, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, marijuana e hashish.

Ciò che, nel corso dei normali servizi di pattugliamento, aveva attirato l’attenzione dei Carabinieri era stato lo strano andirivieni nella loro abitazione, distante dalla caserma solo qualche centinaia di metri. I Carabinieri, quindi, avevano deciso di appostarsi in borghese in attesa del momento propizio per un controllo, che è giunto non appena hanno visto il PICCIONE uscire. Bloccatolo e riportatolo in casa, i militari hanno sorpreso la LOMUSCIO, convivente dell’uomo, mentre tentava di nascondere un cofanetto contenente sia marijuana che hashish, oltre ad una somma di oltre 3.000 euro in contanti. Estesa poi la perquisizione anche all’autovettura dei due, nascosta in un piccolo vano sotto al cruscotto, i militari hanno ritrovato anche qualche altra stecca di hashish.

I due giovani, di cui solo PICCIONE è risultato essere già pregiudicato, sono quindi arrestati e rinchiusi nel carcere di Foggia. La droga, in totale 105 grammi di hashish e 15 di marijuana, è invece stata posta sotto sequestro unitamente al denaro. Convalidato l’arresto nella giornata successiva, entrambi sono stati condannati nella forma del rito per direttissima alla pena di un anno di reclusione.