Negli ultimi anni, la tradizione della pizza (che sia napoletana o no) è portata avanti da numerosi nostri concittadini, i quali riscuotono sempre più successi in ambito internazionale con le loro partecipazioni a concorsi ed eventi sparsi fra le varie località. Ad infoltire la lista dei cerignolani premiati, arriva ora Cosimo Valente, che ha partecipato nelle giornate del 10 e 11 ottobre alla “Pizza World Cup”. L’evento, tenutosi a Roma e organizzato dall’Unione Pizzaiuoli Tradizionali e Ristoratori, ha visto la partecipazione di 200 professionisti dagli angoli più svariati del mondo (dalla Svizzera alla Francia, dallo Sri Lanka al Giappone), sfidatisi in ben sedici categorie diverse. Alcuni grandi classici come la Margherita o il Calzone, altri meno usuali come la Pizza dessert o con impasto alternativo, i primi tre di ciascuna tipologia di gara sono stati premiati dalla giuria.

Cosimo, che lavora presso il ristorante-pizzeria “Gambero d’oro” a Cerignola, si è disimpegnato nella categorie Marinara e Pizza innovativa, preparando quella con impasto di grano arso: ma è nella realizzazione della specialità fra le più “povere” e nello stesso tempo più storiche -passata di pomodoro, olio, aglio e origano- che è arrivato il terzo posto, con grande soddisfazione del pizzaiolo ofantino.

Semplice, quanto assolutamente appassionata, la dichiarazione di amore di Valente per questo mestiere: «Da piccolo all’età di 6 anni entrai in una pizzeria e vidi il pizzaiolo lanciare la pizza in aria -racconta Cosimo-. Quella cosa mi emozionò, pensai “che bello, da grande vorrei farlo anch’io” ed ecco qua. Oggi lo sto facendo e punto a diventare un grande pizzaiolo». Sull’importante risultato capitolino dice: «E’ stata una bella esperienza, anzi grande: ringrazio la famiglia Folliero per l’opportunità». Il pizzaiolo si fa promotore anche dei corsi della scuola pizza Style School Upter a cura dell’istruttore Antonio Trivento (a San Severo, presso la pizzeria “Incoronazione”): «Tanti ragazzi a Cerignola non hanno lavoro, così diamo un opportunità per occuparsi in un’arte».

Quella stessa Arte, della pizza o più in generale del buon cibo, che nella città del Tavoliere sta ampliando la propria offerta e la qualità, grazie a Cosimo e altri valenti professionisti che onorano il nome di Cerignola oltre i suoi confini.

Questo slideshow richiede JavaScript.