Mister Bitetto conferma il 4-4-2 ma questa volta preferendo la qualità: in campo sugli esterni ci sono Loiodice e Marotta con il tandem d’attacco Foggia-Lattanzio. Torna al centro della difesa Abruzzese. La Sarnese di Cusano risponde con un 4-4-2 lineare e inizialmente di contenimento. Langella e Sannia sono il fulcro del centrocampo. Maione e Sellitti la coppia offensiva.

La partita stenta a decollare. Sono gli ospiti a far la gara preferendo soprattutto la corsia destra. Al 15esimo il primo squillo è di Lattanzio il cui potente tiro è ribattuto dai pugni di Mennella. L’Audace spinge, colleziona angoli e al minuto 23 proprio su azione di corner passa. Nella mischia sul cross di Marotta, ci prova Foggia ma la sua girata viene ribattuta da Mennella in uscita. La palla arriva sui piedi di Carannante che di prima battuta calcia: traversa e palla che atterra oltre la linea. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è gol. Subita la rete, la Saranese comincia ad alzare il baricentro ma sono sempre gli ospiti a rendersi pericolosi con il duo Marotta – Cascione. Il tiro radente è velenoso di quest’ultimo viene ben respinto in corner da Mennella. Al 34esimo la Sarnese pareggia. Sannia approfitta di un errore in disimpegno della difesa ospite e lancia Sellitti. L’11 di casa sguscia via e di punta anticipa l’uscita di Abagnale che lo atterra: calcio di rigore. Dagli undici metri Langella calcia centrale e trova il gol. 1-1 alla fine del primo tempo.

La ripresa comincia subito forte. Dopo due minuti Sorriso ci prova con un gran destro da fuori. Palla di poco alta sopra la traversa. L’Audace replica trovando il vantaggio. Minuto 50, triangolo Lattanzio-Loiodice. Il barese sguscia via e lascia partire un tiro-cross che trova l’indecisione di Mennella. Palla in rete e 1-2 gialloblù. Dopo cinque minuti vibranti la patita cala d’intensità. La Sarnese prova a riversarsi in attacco ma gli ospiti non si scompongono, tengono bene il campo e alle prime avvisaglie attaccano. Marotta e Loiodice ci provano senza successa tra il 74esimo e il 77esimo. Il tecnico di casa Cusano prova con i cambi a vivacizzare i suoi ma sono le mosse di Bitetto quelle vincenti. Su tutte, è Siclari ad uscire dalla panchina e dopo soli due minuti chiude il match. Minuto 79, azione solitaria di Alessio Esposito e conseguente cross sporcato dalla difesa granata. Sulla palla vagante c’è proprio Siclari che fulmina Mennella e mette la cera lacca all’incontro. 1-3 e partita chiusa. Nel finale, è ancora l’ex Potenza a provarci con un tiro di precisone (palla a fil di palo) e Di Cecco di potenza (i guantoni di Mennella respingono).

Seconda vittoria consecutiva per Pollidori e compagni e testa della classifica distante tre lunghezze. Prossimo appuntamento mercoledì 24 per i sedicesimi di Coppa Italia: al Monterisi arriva il Picerno.

TABELLINO

Sarnese – AUDACE CERIGNOLA 1-3 (primo tempo 1-1)

MARCATORI: 21’ Carannante, 35’ Langella (r), 50’ Loiodice, 79’ Siclari

Sarnese (4-4-2): Mennella, Pantano (77’ Cinque), Siciliano, Sorriso (82’ Varriale) Girardi, Tortora, Cassata (86’ Adamo), Langella, Maione, Sannia, Sellitti (60’ Cacciottolo). A disposizione: Montella, Carginale, Mariani, Muollo, Sannia Simone. All: Cusano

Audace Cerignola (4-4-2): Abagnale, Cascione, Russo Luca, Carannante (70’ De Cristofaro), Abruzzese, Pollidori, Loiodice, Esposito Alessio (92’ Russo), Foggia (77’ Siclari), Marotta (75’ Longo), Lattanzio (65’ Di Cecco). A disposizione: Vassallo, Tedone, Matere, Esposito Vittorio. All: Bitetto

NOTE:
Ammoniti: Pantano (S), Abagnale (A), Carannante (A), Sannia (S), Pollidori (A), Marotta (A), Alessio Esposito (A), Foggia (A)

Espulsione: Siciliano (rosso diretto)

Angoli: 1-8