Cerignola corsaro a Torre Annunziata: 0-2 e quarta vittoria consecutiva per gli ofantini, per una notte almeno in vetta alla classifica. Affermazione indiscutibile, con una gestione impeccabile della gara nella ripresa. Bitetto sorprende ancora nella formazione titolare: è 4-4-2 con Loiodice e Longo larghi sulle fasce, Foggia e Lattanzio tandem offensivo. Risponde Squillante con il 4-3-3 recuperando in extremis Del Sorbo in prima linea e Poziello in difesa. Prima grossa opportunità per i padroni di casa (10′): Felici si presenta solo davanti ad Abagnale direttamente su rinvio del portiere, ma non sa incidere col piattone destro. L’Audace si fa vedere con un lungo traversone di Longo deviato fuori misura al volo da Loiodice e a seguire con la legnata di Foggia servito da Alessio Esposito, con Savini a metterci i pugni. E’ clamorosa la pallagol fallita dagli ospiti al 20′: Luca Russo calcia dalla distanza, intercetta Alessio Esposito che, in area piccola, spara incredibilmente alto. Il match si sblocca al 23′: Foggia appoggia per Longo, il quale si sistema la sfera sul sinistro e fa partire una conclusione che termina all’angolino, inarrivabile per Savini. Vantaggio meritato degli ofantini ma campani che reagiscono: Felici calcia un pallone vagante in area, attento Abagnale. Loiodice per Foggia, l’attaccante trova la respinta del numero uno di casa, poi non inquadra il bersaglio di testa. Vicinissimo al pareggio il Savoia alla mezzora: su corner Cacace svetta più in alto di tutti, a lato di un soffio, poi gli oplontini protestano per un atterramento di Del Sorbo ad opera di Luca Russo, l’arbitro Scatena lascia correre. Ultimo tentativo della frazione un sinistro sballato di Lattanzio, all’intervallo si va sullo 0-1 ed una sfida molto gradevole.

Al rientro dagli spogliatoi, Squillante inserisce Tedesco per innalzare la capacità offensiva, ma è sempre il Cerignola a menare le danze: pregevole azione di Foggia, che entrato in area non riesce a calciare, sulla traiettoria c’è Lattanzio che lambisce il palo alla sinistra di Savini. Gatto impegna in due tempi Abagnale, poi ancora ofantini intraprendenti grazie al triangolo Longo-Lattanzio che però non trova nessuno davanti alla porta per battere a rete. Al 60′ il raddoppio: Loiodice pennella per Lattanzio, colpo di testa vincente dell’ex Andria. Da quel momento in poi, la partita è virtualmente chiusa: l’Audace fa ordinaria amministrazione e fanno solo da contorno gli ultimi sussulti biancoscudati con Tedesco e Gatto.

L’Audace sale a 17 punti in classifica e sembra aver davvero ingranato la marcia giusta: domenica prossima al “Monterisi” il primo di quattro derby pugliesi consecutivi, avversario di turno la Fidelis Andria.

SAVOIA-AUDACE CERIGNOLA 0-2

Savoia (4-3-3): Savini, Nives (54′ Del Prete), Poziello, Cacace, Esposito G. (75′ Marino), D’Ancora (46′ Tedesco), Gatto, Maranzino, Felici (65′ Franzese), Del Sorbo, Pisani (54′ Guastamacchia). A disposizione: Riccio, Stellato, Ruci, Rekik. Allenatore: Luigi Squillante.

Audace Cerignola (4-4-2): Abagnale, Cascione, Allegrini (67′ Pollidori), Abruzzese, Russo L., Longo, Carannante, Esposito A. (87′ Tedone), Loiodice (77′ Di Cecco), Lattanzio (75′ Siclari), Foggia. A disposizione: Vassallo, Matere, De Cristofaro, Marotta, Esposito V.. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Reti: 23′ Longo, 60′ Lattanzio.

Ammoniti: Gatto, Del Sorbo, Pisani (S); Carannante, Lattanzio (AC).

Angoli: 6-5. Fuorigioco: 5-1. Recuperi: 1′ pt, 5′ st.

Arbitro: Scatena (Avezzano). Assistenti: D’ilario (Tivoli)-Mattera (Roma 1).