“Il 25 maggio scorso il Comune di Cerignola ha aderito al CEV (Consorzio Energia Veneto), che riunisce numerosi ed importanti Enti Territoriali di tutta Italia. Siamo, dunque, entrati a pieno titolo nel Consorzio Nazionale Servizi, che si è aggiudicato, in gara nazionale, il quarto lotto dell’accordo quadro relativo al nostro territorio”. Dichiara il Sindaco di Cerignola, avv. Francesco Metta, circa l’adesione al CEV che riguarda l’accordo per interventi di riqualificazione tecnologica delle centrali termiche degli enti pubblici consorziati e relativi sistemi di regolazione e controllo, comprensivo di risparmio energetico.

Il Comune di Cerignola, essendo ora consorziato, avrà diritto a:

  • progettazione e realizzazione di nuove centrali termiche in tutti gli immobili comunali;
  • conduzione dei medesimi impianti;
  • manutenzione ordinaria e straordinaria delle centrali;
  • perfetta messa a norma degli stessi.

In tutti gli edifici comunali si metterà fine ad una condizione di precarietà e di approssimazione passando ad una gestione moderna e altamente tecnologica. Il concessionario garantisce, inoltre, un risparmio energetico minimo pari al 35% rispetto ai costi medi del precedente triennio. E, ovviamente, garantito il risparmio in questa percentuale, non è escluso che si conseguano risultati di risparmio migliori, i cui frutti saranno divisi tra Ente e Concessionario. “Si tratta di un cambiamento radicale rispetto al passato” – Continua nelle dichiarazioni  il Sindaco Franco Metta – Ogni edificio comunale, in particolare modo le scuole, godrà di un ammodernamento tecnologico, di un servizio puntuale ed attento, con per di più un non trascurabile risparmio energetico. Mettiamo fine ad interventi saltuari, abborracciati ed episodici. Rinnoviamo tutte le nostre centrali termiche. Le rendiamo perfettamente consone ai criteri di norma. Apprezzatissimo il lavoro svolto dall’assessore al patrimonio, Pasquale Morra. È motivo di particolare orgoglio per me affermare che tutta la grande mole di lavoro propedeutico alla adozione della delibera 362 del 5 novembre è stato svolto dal mio staff, che ha evitato così di gravare ulteriormente sugli uffici tecnici, già oberati. Un grato riconoscimento in particolare alla insostituibile signora Ilda Cuocci, senza la cui professionale collaborazione questo risultato non sarebbe stato possibile. Finalmente prende il via una nuova era nel sistema di realizzazione e gestione degli impianti termici comunali. Anche in questo, Cerignola cambia!”.