Audace Cerignola

Per l’Audace Cerignola la settimana con tre partite in sette giorni si concluderà domani con la visita del Gravina, nell’11ma giornata del girone H di serie D. Un punto nelle ultime due giornate per gli ofantini, che mercoledì sono stati sconfitti a Fasano 2-1 per mano dell’ex Montaldi. Una prova indubbiamente incolore e sottotono offerta dai ragazzi di Bitetto nella trasferta brindisina, un netto passo indietro rispetto all’uscita con la Fidelis. Nonostante lo stop (che ha chiuso a sei la striscia di risultati utili in campionato), gli effetti per quanto riguarda la classifica sono stati limitati, perché Picerno e Taranto hanno pareggiato ma nello stesso tempo si ingrossano le pretendenti alle prime posizioni con la presenza oltre che di Andria e Bitonto dell’arrembante Nardò. Per questo motivo si rendono assolutamente imprescindibili i tre punti nel derby regionale, allo scopo di non mandare a monte la rincorsa effettuata dai cerignolani a seguito del ko di Bitonto. Non hanno convinto tre giorni fa alcuni elementi impiegati (per necessità o per turnover), mentre pare irrinunciabile l’impiego fra i titolari di Nicola Loiodice, il quale ha sempre fornito il suo contributo e uno fra i pochi a poter cambiare di passo.

Con Allegrini fuori causa e Pollidori squalificato, piccola emergenza in difesa: ad affiancare Abruzzese dal 1′ dovrebbe esserci secondo le ultime indiscrezioni l’adattamento di Di Cecco al centro della retroguardia, l’altra ipotesi vedeva l’impiego dello juniores Ujka. Il 4-4-2 sembra preferirsi come modulo, tornando quanto più vicini agli undici schierati a Torre Annunziata e domenica scorsa.

Fresco di cambio alla guida tecnica, il Gravina è attualmente decimo con 14 punti ed un bilancio di quattro successi, due pareggi e quattro sconfitte. L’esordio di Valeriano Loseto al posto di Di Meo è stato positivo (3-1 al Pomigliano, schema prescelto il 4-3-3) ed è noto che quando si sostituisce un allenatore una squadra riceve nuovi stimoli. La graduatoria molto corta nelle zone medio-alte non pregiudica al momento aspirazioni playoff dei murgiani, obiettivo mancato la scorsa stagione. I gialloblu tengono fede al progetto di valorizzazione dei giovani: a torneo in corso è stato ingaggiato il terzino destro Angelo (ex Lecce, Foggia e Matera) a dare esperienza ad un gruppo che vede come principali componenti anche Chiaradia, Mbida, Santoro, Agodirin e Croce (quest’ultimo fermo per infortunio).

Nel precedente del campionato 2017/2018, il match terminò con un pareggio 3-3 alla penultima giornata: per il Cerignola a segno Longo (doppietta) e Marinaro. Calcio d’inizio al “Monterisi” alle ore 16, con la direzione di gara affidata al sig.Giaccaglia, della sezione di Jesi.