“Genere e Pregiudizio: arginiamo ogni forma di violenza” è il tema degli eventi organizzati a Cerignola in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle Donna. Sono diverse, infatti, le iniziative organizzate dall’Amministrazione comunale per sabato 24 e domenica 25 novembre. Si inizia sabato mattina, alle ore 9 presso il teatro “Mercadante”, con gli studenti degli istituti scolastici a condurre lo spettacolo Antonio Giancola. Domenica 25, alle ore 11, in Villa Comunale si potrà condividere il percorso antiviolenza curato dall’associazione “Fiori di Loto” che sarà concluso dall’incontro in programma presso l’auditorium “Don Bosco” della Casa Salesiana (via S. Domenico Savio).

In serata alle ore 20 sarà proiettato presso l’auditorium “Don Bosco” il videomessaggio della piccola Sara Ciafardoni dal titolo “Voglio tutto e subito!”. Seguiranno la visione del cortometraggio “Il Sarto e la Sposa”, a cura di Andrea Petruccelli, l’ascolto della testimonianza di Alfredo Traiano, figlio di una vittima di femminicidio, e l’esibizione artistica dell’Accademia di Danza “Scarpette Rosa”. Chiuderanno la serata la premiazione degli istituti scolastici in riferimento alle loro performance e del concorso per l’allestimento della vetrina più bella riservato ai negozianti cerignolani. Conduce la serata Antonella Cappelli, attrice e presentatrice.

Gli eventi serali saranno introdotti dai saluti istituzionali del vice sindaco e assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro Rino Pezzano e dall’intervento della responsabile Formazione della Coop. sociale AlterEco Dora Giannatempo. “Anche quest’anno abbiamo deciso di celebrare questa giornata così importante offrendo alla comunità cerignolana attività da condividere e spunti di riflessione sul tema della violenza di genere – dichiara Pezzano – Tutti gli eventi sono stati pensati e realizzati con il contributo dei soggetti del terzo settore che hanno confermato, dopo le edizioni degli anni passati, il proprio impegno all’approfondimento di un tema che fatica ad imporsi all’attenzione soprattutto delle nuove generazioni”.