Nell’ambito delle attività di contrasto al fenomeno dei reati predatori, si segnala la sottonotata attività di contrasto coordinata dal Commissariato P.S. di Cerignola.

Alle ore 13,45 di ieri, a seguito di segnalazione di furto, personale dipendente e unità della Guardia di Finanza, venivano inviati in quella via Napoli, dove si apprendeva di un furto di alcuni cartoni contenenti cioccolata e barattoli di Nutella dall’interno di un furgone intestato ad una ditta di Altamura, specificando che i prodotti sottratti erano destinati a vari esercizi della zona. Immediatamente la pattuglia della Guardia di Finanza procedeva ad estrapolare le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza del bar dove si era recato il denunciante le quali riprendevano i momenti salienti del furto che era stato compiuto da due persone.

Dalla visione delle immagini, personale dipendente riconosceva, senza ombra di dubbio, nell’uomo che aveva perpetrato il furto il noto pregiudicato D.C. cl.84, con svariati precedenti penali per furto; le immagini visionate, al contrario, non consentivano di individuare colui che era alla guida dell’autovettura utilizzata per trasportare la merce rubata. Agenti del Commissariato, coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine di Basilicata, si recavano immediatamente presso l’abitazione del D.C. dove, dopo aver bussato alla porta dell’abitazione per svariati minuti, quest’ultimo apriva la porta di casa; l’uomo indossava lo stesso abbigliamento rilevato dalle immagini del sistema di videosorveglianza. Si procedeva pertanto ad eseguire una perquisizione all’interno dell’abitazione la quale dava esito positivo poiché, all’interno dell’armadio della camera da letto, nascosti tra gli indumenti, venivano rinvenuti nr. 6 barattoli in vetro di Nutella da gr. 30 ciascuno ed all’interno del ripostiglio situato in cucina, nascosti da vari oggetti ed indumenti, venivano rinvenuti nr. 2 sacchetti trasparenti contenti ciascuno nr. 12 cioccolate Kinder. La merce veniva recuperata e portata presso il Commissariato dove nel frattempo il malcapitato aveva sporto denuncia e riconosceva la merce recuperata come quella contenuta nei colli che gli erano stati sottratti.

D.C., condotto presso il Commissariato per le incombenze di rito, ammetteva di essere l’autore del furto e decideva di consegnare spontaneamente buona parte della merce sottratta dal furgone riferendo di averla lasciata presso l’abitazione della madre dove veniva immediatamente inviata una pattuglia che recuperava nr. 4 cartoni contenenti ciascuno nr. 64 barattoli di Nutella, nonché altri 29 barattoli in vetro di Nutella da gr. 30 ciascuno e nr. 9 buste trasparenti contenenti nr. 12 cioccolate Kinder. Tutto la merce recuperata veniva restituita immediatamente al denunciante. D.C. veniva denunciato in stato di libertà per furto aggravato in concorso.