Il derby pugliese della settima giornata del girone D di B1 va alla Cannone Libera Virtus, che supera 3-0 al pala “Dileo” la Pvg Bari (25-22; 25-21; 27-25 i parziali). Immediato riscatto delle ofantine, voltata pagina dopo il brutto ko di Aprilia con una bella dimostrazione di carattere: le baresi si confermano squadra ostica e non male assortita, ma la maggiore lucidità delle padrone di casa ha avuto la meglio. Breviglieri schiera la consueta formazione: Angelelli al palleggio e Mauriello sulla diagonale; Montenegro e Martilotti di banda; Neriotti e Cesario centrali, più Pisano libero. Sarcinella invece opta per: Romanazzi alzatrice e Cariello opposto; Soleti e Caputo martelli; Labianca e Piemontese sottorete e Simona Minervini in difesa. Fin dalle prime azioni, si comprende che per la Libera Virtus non sarà una passeggiata: si gioca punto a punto, Martilotti sigla un gran diagonale per l’11-10. Scambi intensissimi, dall’altra parte bene Soleti, Montenegro mette giù il 14-13: Labianca stampa subito dopo un signor primo tempo, Angelelli al servizio per il 17-16. Il primo break ofantino arriva sul 22-20 e con l’ace di Martilotti, poi Caputo sbaglia per il +3: Neriotti firma il 24-22, Angelelli di seconda per il primo set portato a casa dalle cerignolane.

Senza esclusione di colpi, le due squadre esibiscono difese di altissimo livello: Libera Virtus sul 4-1 agli inizi del secondo parziale. La Pvg ricuce e con Soleti fa 5 pari, con la stessa laterale a mettere la freccia mentre Cesario riporta avanti le gialloblu (7-6). Piemontese due volte a segno da posto 3, Bari sul 10-12 grazie alla battuta vincente di Soleti, Martilotti in parallela aggancia. Lo spettacolo è assolutamente gradevole, il gioco si imposta prevalentemente sui contrattacchi poiché non è semplice eludere le retroguardie: la pipe di Soleti segna il 14-16, Raffaella Minervini dà il cambio ad Angelelli fra le locali. Pare un momento favorevole alle ospiti, Neriotti però approfitta delle sbavature in ricezione avversaria. Sarcinella cambia diagonale, muro di Piemontese (17-20) e Facendola rileva Montenegro. Malgrado errori in battuta delle virtussine, Martilotti accorcia il divario (20-21) poi arriva Mauriello di forza. Scatto imperioso della Cannone (24-21), giovandosi dell’ottimo turno dai nove metri di Facendola, del primo tempo di Cesario e la bordata fuori misura di Soleti che fa andare al nuovo cambio di campo.

Nella terza frazione, Angelelli torna al suo posto: sequenza di cambipalla con Neriotti in più che buona capacità realizzativa (alla fine risulterà fra le migliori). Labianca in fast per il 5-7 e sul 6-9 per le baresi nuovo ingresso di Minervini a causa della minore incisività della Cannone rispetto ai precedenti set. Due squilli di Mauriello e il muro di capitan Martilotti per il pari 11, ancora Martilotti con la battuta al salto per il 15-13. Il primo vantaggio ofantino del periodo è dilatato dal muro e attacco a stretto giro di Montenegro (17-14): Soleti riporta sotto la Pvg e Piemontese aggancia a quota 18. E’ anche una sfida tattica fra i due allenatori: rientra Facendola e Sarcinella cambia ancora il duo palleggiatore-opposto; ace di Novio e controsorpasso, Cariello gioca col muro e Caputo passa in diagonale (21-24). Per cercare la rimonta era rientrata sul parquet Angelelli e, con grandissima caparbietà, il ribaltone arriva: uno-due Martilotti-Neriotti, un nastro benevolo per la schiacciatrice calabrese che va ancora a marcare per il 25-24. Il gioco dei vantaggi premia Cerignola, sospinta da un pubblico ormai infuocato: la gran sette di Neriotti archivia la pratica fra gli applausi dei tifosi.

La Cannone torna a stretto contatto con le primissime posizioni, ora la testa della classifica è ad una lunghezza: domenica prossima nuovo appuntamento interno, con avversario l’Assitec 2000 Sant’Elia.

CLASSIFICA GIRONE D ALLA SETTIMA GIORNATA

Santa Teresa di Riva, Giòvolley Aprilia 14; Cannone Libera Virtus Cerignola, Cmo Fiamma Torrese 13; Crai Radenza Modica 12; Europea 92 Isernia, Luvo Barattoli Arzano 11; Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma, Ferraro Lamezia 10; Assitec 2000 Sant’Elia 8; Expert Volley Palmi, Pvg Bari 5; Givova Bcc Scafati 0.