comune-cerignola

Dopo una serie di articoli pubblicati su alcune testate giornalistiche della provincia riguardo i controlli da parte della Guardia di Finanza a Palazzo di Città giunge la replica del sindaco di Cerignola Franco Metta. «Non riesco a capire dove sia la notizia! Quando si opera nel pubblico, con denaro pubblico, mediante appalti pubblici bisogna essere trasparenti. Noi siamo contenti di tutti gli accertamenti che si fanno perché saranno sicuramente positivi per l’Amministrazione Comunale».

Negli articoli pubblicati si informava di un’indagine su possibili relazioni tra appalti pubblici e sponsorizzazioni sportive: non sarebbe quindi indirizzata solo a verificare la regolarità degli appalti, ma interesserebbe le sponsorizzazioni a squadre sportive, in particolare alla società di basket Udas in relazione all’anno 2018. Oltre alle visite in comune e all’acquisizione di ulteriore documentazione in altre sedi, tra cui il Palazzetto dello Sport, in Procura sono stati ascoltati anche imprenditori e persone vicine alla società biancazzurra per riferire sui fatti. L’ipotesi di reato al vaglio dei due Pm foggiani sarebbe la concussione.

Metta ricorda come già in passato alcune verifiche si siano risolte con un nulla di fatto. «Ricordate la gara per la mensa scolastica che si aggiudicò la ditta Ladisa? Anche in questo caso la Compagnia dei Carabinieri indagò sugli atti amministrativi. Se non vado errato fu nell’anno 2016 e, ovviamente, fu constatata la correttezza in ogni atto. Ricordate la faccenda inerente la mobilità del Comandante della Polizia Municipale dott. Francesco Delvino? Ci fu una grande confusione montata ad arte perché fu spacciata una mobilità per assunzione, la Guardia di Finanza fece una denuncia contro la Giunta Comunale…poi il Pubblico Ministero ha proceduto con l’archiviazione. Lo stesso dicasi per alcuni atti, inerenti alcune ditte di Cerignola, che non hanno mai avuto rapporti con l’Amministrazione Comunale. Il problema non è quello che si facciano i controlli ma è avere la coscienza pulita e le mani nette, dopodiché si può controllare tutto avendo per tutto il controllo lo stesso esito, quello che certifica la perfetta correttezza e onestà di questa Amministrazione Comunale».