La giunta comunale di Cerignola ha approvato questa mattina la delibera d’indirizzo al dirigente delle Politiche Sociali e del Lavoro a provvedere all’emanazione di un avviso pubblico rivolto agli enti ecclesiastici della Chiesa Cattolica e di ogni altro istituti religioso riconosciuti dallo Stato per sostenere le attività di oratorio ludico-pedagogiche. Il fondo a disposizione per questi soggetti è pari a 20.000 euro.

L’Amministrazione comunale, quindi, investe nella valorizzazione della funzione degli oratori assegnando un finanziamento, nella misura massima di 1.500 euro per ogni proposta progettuale,n destinato all’acquisto di beni strumentali destinati alle attività ludiche e didattiche con fine pedagogico. All’avviso pubblico potranno partecipare tutti gli enti di culto che abbiano stipulato un’intesa con lo Stato, ai sensi dell’articolo 8 comma 3 della Costituzione.

“Le attività di oratorio s’inseriscono appieno nel sistema dei servizi individuali e comunitari, giacchè fungono da sostegno e come strumento di aggregazione sociale”, dichiara l’assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro del comune di Cerignola Rino Pezzano, proponente della delibera n.407. “Arginare le povertà educative che persistono sul nostro territorio è una priorità per la nostra Amministrazione, che vuole sostenere e promuovere i processi di crescita culturale e di integrazione sociale. E gli oratori, cattolici o di altre confessioni, rappresentano da sempre un luogo di aggregazione e formazione”.