Come ormai consuetudine, anche quest’anno gli alunni dell’I.I.S.S. “G.Pavoncelli” di Cerignola hanno partecipato, presso la multisala del Cinema Corso, alla diretta streaming dell’evento organizzato dall’Associazione “Sulle Regole”, giunto alla sua sesta edizione. I ragazzi hanno potuto ascoltare ed interagire con l’ex magistrato Gherardo Colombo, che ha parlato a più di ventimila studenti collegati in diretta video dalle varie sale cinematografiche nella penisola.

Partendo dai Principi fondamentali della nostra Costituzione – quest’anno ricorre il 70° anniversario – la riflessione dell’ex magistrato del pool Mani pulite si è incentrata particolarmente sulla parola dignità, presente nell’articolo 3, che sancisce il celebre principio di uguaglianza di tutti i cittadini. L’art.3, stabilendo che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono tutti uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali, sancisce un’uguaglianza formale, che resterebbe una pura enunciazione teorica se non fosse integrata dal tentativo di creare le condizioni di uguaglianza sostanziale, prevista dallo stesso articolo al comma 2, che assegna allo Stato il compito di rimuovere gli ostacoli economici e sociali che di fatto limitano la libertà e l’uguaglianza dei cittadini.

Infatti, ha spiegato l’ex magistrato, si ha vera uguaglianza solo se viene garantita pari dignità sociale a tutti, perché la dignità diviene allora argine contro diseguaglianze ed abusi. Le riflessioni del magistrato sono state intervallate dagli interventi dell’attore Pif che, con la sua ironia, ha sollecitato gli interventi degli studenti. L’attività, prevista nel PTOF di Istituto, nell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, introdotto dall’art.1 della Legge n.169/08 nel sistema scolastico, intende ribadire l’urgenza di riaffermare la mission della scuola di formazione alla cittadinanza responsabile nel quadro delle competenze sociali e civiche raccomandate dall’Unione europea. In un panorama da più contesti tratteggiato come “emergenziale” per una manifesta deriva diseducativa, la scuola è chiamata a raccogliere la sfida della riaffermazione del rispetto dei valori.

Oggi assistiamo, nei giovani e negli adulti, ad una crisi valoriale pregiudizievole per il mantenimento di una società civile, allora è importante puntare sull’educazione, che rappresenta il sale che dà sapore ai saperi. Per i ragazzi del Pavoncelli si è trattato di una stimolante occasione di crescita in quanto hanno potuto riflettere, al di fuori del tradizionale contesto dell’aula tradizionalmente intesa, su uno dei valori fondanti della nostra Costituzione: un modo diverso ed innovativo per loro di acquisire informazioni ed imparare ad imparare.