Pubblichiamo di seguito integralmente un comunicato stampa del consigliere comunale ed ex delegato alle Attività Produttive del Comune di Cerignola, Vincenzo Specchio. Nella nota, egli riepiloga quanto fatto nelle sue mansioni, evidenziando che il nuovo delegato alla carica Vincenzo Erinnio avrà già tutto pronto, in base alla programmazione da Specchio portata avanti nel periodo precedente.

Apprendo con sollievo, come se mi fosse stato tolto un peso, che al Consigliere comunale Vincenzo Erinnio è stato conferito incarico sindacale di collaborazione su “specifiche richieste” riguardanti la redazione del Piano Commercio e realizzazione del Distretto Urbano del Commercio-DUC. Mi permetto tuttavia di far presente che le suddette “specifiche richieste” sono le medesime per le quali chi scrive fu incaricato con apposito conferimento in data 23.6.2016: un “copia e incolla”, con la semplice imputazione a Incaricato diverso.

In realtà, a quelle stesse “specifiche richieste” ho dato seguito portando a termine: 

1) la redazione del Documento strategico del commercio approvato dal Consiglio comunale il 9 febbraio del 2018, comprensivo del Piano del commercio in sede fissa, del commercio su aree pubbliche e connesso regolamento, dei pubblici esercizi e connesso regolamento dei dehors, delle rivendite di giornali e riviste e dei distributori cittadini di carburanti: in pratica della intera rete commerciale cittadina, impostando una nuova strutturazione delle relazioni sindacali che hanno visto la collaborazione dei rappresentanti delle associazioni di categoria del commercio prima e oltre la prescritta richiesta di parere; il tutto preceduto dal lavoro di ricognizione sul campo delle aree mercatali, e da conseguente ridefinizione delle aree e dei posteggi in adeguamento alla normativa regionale prescritta dal Codice del commercio, che a sua volta ha portato alla emanazione del bando per l’ampliamento e la miglioria dei posteggi mercatali; per terminare con la redazione delle piantine planimetriche delle aree mercatali per la predisposizione delle strisce di delimitazione dei posteggi. Tale onnicomprensiva programmazione è stata realizzata rispettando una tempistica che ha consentito di usufruire dei fondi messi a disposizione dall’Assessorato al commercio e Sviluppo economico della Regione Puglia.

2) La realizzazione del DUC Distretto Urbano del Commercio “Cerignola fa Centro” approvato con Deliberazione del Consiglio comunale del 10 ottobre 2016 con conseguente definizione programmazione degli ambiti e degli interventi rispondenti agli obiettivi da conseguire, e successivamente, con mia firma alla presenza dell’Assessore regionale allo sviluppo economico, è stato siglato l’Accordo Territoriale, approvato con successiva deliberazione di Giunta Comunale n. 185 del 25 luglio 2017; cui è seguita la costituzione formale dell’Associazione del Distretto Urbano del Commercio “Cerignola fa Centro” approvata con deliberazione del Consiglio comunale n. 41 del 3 luglio 2017, che nella riunione del Consiglio direttivo dello scorso aprile ha approvato la proposta del sottoscritto di esenzione e riduzione della TARI e della Tosap per specifiche attività commerciali e artigianali esistenti rispettivamente nell’area del Borgo Antico e nelle arterie del Distretto; in data 28 luglio 2017 è stata presentata alla Regione puglia richiesta di contributo, che ha ricevuto la ammissibilità in data 26 settembre 2017, vedendo così premiata la tempistica da me imposta al lavoro di coordinamento e realizzazione che ha posto il Comune di Cerignola fra i primi a redigere la programmazione del Distretto in collegamento tecnico e amministrativo con la redazione del Documento Strategico del Commercio, come riconosciuto ed apprezzato dalla Dirigente regionale del settore in una pubblica riunione nella saletta delle Conferenze del Palazzo di Città. Tutto a costo zero per le casse del Comune.

E poiché a me piace portarmi avanti con il lavoro, ho provveduto a convocare, non più tardi di lunedì scorso (eh sì, appena in tempo!), il Consiglio direttivo dell’Associazione del Distretto Urbano per dare corso all’iter amministrativo e operativo per l’aggiudicazione del nuovo finanziamento di centinaia di migliaia di euro del prossimo bando regionale a favore della nostra Associazione e a totale beneficio della nostra Città. Il lavoro per il quale il Consigliere Erinnio è stato incaricato, come ora può vedere, è stato già fatto, ma al neo Incaricato rimane, su “specifica richiesta”, l’ultima cosa utile da fare: spegnere le luci prima di andare via, per non gravare inutilmente di altre spese le casse del Comune.

P.S. Quando il Consigliere suggeriva “scatti” all’azione amministrativa, è probabile che si riferisse a quelli di anzianità, che, come è noto, permettono, anche a chi si trova a non far niente, di avanzare di carriera.