Il Cerignola supera 3-0 la Gelbison al “Monterisi”, nella tredicesima giornata di serie D: terza affermazione consecutiva dei gialloblu, che continuano l’inseguimento alla capolista Picerno. Unica modifica nello schieramento operato da Bitetto l’inserimento di Matere a sinistra per l’assenza di Cascione e Luca Russo dirottato dalla parte opposta nel 4-4-2. De Felice schiera un 3-5-2 nel quale i terminali d’attacco sono Evacuo e Tandara. Cammarota insidia la porta ofantina al 4′: la conclusione termina non molto larga; la replica dei padroni di casa con Loiodice e D’Agostino ad alzare in corner sul tentativo dal limite dell’area. Ospiti senza timori reverenziali inizialmente, avvalendosi di un sostanzioso pressing: ancora Loiodice batte al volo al 17′, la mira non è esatta. Verso la mezzora, gli uomini di Bitetto accelerano vistosamente: minuto 27, Alessio Esposito in profondità per Foggia, tiro quasi immediato e D’Agostino che neutralizza in due tempi. Un giro di lancette più tardi e la pallagol è ancora più vistosa: Lattanzio scatta sul filo dell’offside e serve Foggia, il quale a tu per tu con D’Agostino si fa ipnotizzare dal portiere campano; la successiva rovesciata finisce alta sulla traversa. Giusto al 30′ il vantaggio dell’Audace: ancora un lancio profondo, difesa sorpresa e Foggia stavolta non manca l’appuntamento col gol. Altre due offensive con Loiodice e Cascione senza esito, poi al 45′ risultato sul 2-0: ripartenza ofantina, scambio Lattanzio-Loiodice, il pallone di ritorno del fantasista è scaricato in fondo al sacco dall’attaccante ex Andria. Si va al riposo con il Cerignola meritatamente avanti.

Ancora le “cicogne” pericolose nel primo squillo della ripresa: Loiodice imbecca Lattanzio, il sinistro è respinto di piede in angolo da D’Agostino. Malgrado i cambi effettuati, la Gelbison pare ormai rassegnata: un incontenibile Loiodice non trova il giro giusto al 65, il numero uno rossoblu para con sicurezza. Al 70′ l’incontro va ormai in archivio: Lattanzio inventa in area per Alessio Esposito, il centrocampista in scivolata e di punta beffa tutti per la seconda gioia personale nel torneo. Girandola di cambi nell’Audace: dentro Sante Russo, Marotta, Tedone e da segnalare l’esordio in prima squadra di Nardella, elemento della juniores. Nel recupero, il poker non arriva: Loiodice attraversa tutto il campo chiuso in uscita bassa da D’Agostino, Marotta a stretto giro di posta non riesce a centrare l’obiettivo.

Restano due i punti di distacco fra il Picerno e i cerignolani: domenica prossima nuova ostica trasferta sul campo del Nardò, oggi fermato in campo avverso dal Gragnano. Da lunedì inoltre potrebbero arrivare innesti di mercato, per rendere ancora più competitiva una rosa dall’indubbio potenziale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUDACE CERIGNOLA-GELBISON 3-0

Audace Cerignola (4-4-2): Abagnale, Russo L. (84′ Tedone), Di Cecco, Abruzzese, Matere, Longo, Carannante (88′ Nardella), Esposito A. (77′ Russo S.), Loiodice, Foggia, Lattanzio (77′ Marotta). A disposizione: Vassallo, Ujka, Pugliese, Siclari, Esposito V.. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Gelbison (3-5-2): D’Agostino, Romanelli, Manzillo, De Angelis, Esposito S., Mejri (63′ Rossi), Uliano (72′ Merkaj), Cammarota, Maiese (51′ Passaro), Evacuo, Tandara (51′ Ferraioli). A disposizione: Viscido, Pascuccio, Hutsol, D’Angiolillo, De Cosmi. Allenatore: Severo De Felice.

Reti: 30′ Foggia, 45′ Lattanzio, 69′ Esposito A..

Ammoniti: Carannante, Esposito A. (AC); De Angelis, Uliano, Esposito S. (G).

Angoli: 4-2. Fuorigioco: 2-0. Recuperi: 2′ pt, 4′ st.

Arbitro: Dallapiccola (Trento). Assistenti: Bernardini-Cremona (Genova).

CLASSIFICA ALLA TREDICESIMA GIORNATA

Az Picerno 29, Audace Cerignola 27; Bitonto, Taranto 23; Nardò 22; Fidelis Andria 21; Savoia 19; Francavilla in Sinni, Team Altamura 18; Fasano 17; Gelbison 15; Gravina, Nola, Sarnese 14; Sorrento 13; Gragnano 11; Granata Ercolanese 8; Pomigliano 7.