Nuova vittoria per la Cannone Libera Virtus: nell’ottava giornata della B1, al pala “Dileo” regolata 3-1 l’Assitec 2000 Sant’Elia (25-18; 22-25; 25-19; 25-18 i parziali). Le ofantine non falliscono il secondo appuntamento consecutivo davanti ai propri tifosi, proseguendo sulla strada della maturità e della compattezza di squadra. Breviglieri manda in campo la formazione tipo: Angelelli in regia e Mauriello sulla diagonale; Montenegro e Martilotti di banda; Neriotti e Cesario centrali, più Pisano libero. D’Amico invece schiera: Gatto al palleggio e Botarelli fuorimano; Giglio e Iannone martelli; Murri e Afeltra sottorete e Zannoni in difesa. Ottima Libera Virtus in avvio (7-2) ed una Mauriello già molto in palla: bene al servizio anche Martilotti (10-3), che va a segno anche in pipe. Giocano sovente con le mani del muro le padrone di casa, le quali esibiscono un gran gioco ed una assoluta varietà di gioco: due muri Neriotti (17-9). Parecchie incomprensioni fra le ospiti, incapaci di reagire (20-12): nonostante qualche lieve leggerezza in casa ofantina, il divario non è mai in discussione. Alla terza occasione, il servizio in rete di Botarelli archivia il primo set.

Ace Cesario, Cannone sul 3-1: il match è vibrante, l’Assitec pare in ripresa e ora resta più a contatto con le rivali; Botarelli su Montenegro (pari 5), servizio Giglio e ancora Botarelli per il primo break delle viaggianti. Il posto 2 laziale entra in partita, dal canto loro le cerignolane non hanno la stessa produttività del parziale precedente. Mauriello regala l’aggancio a quota 10, ma Breviglieri è costretto al timeout sull’11-13 a causa di una costruzione difficoltosa. Così fanno il loro ingresso in campo Minervini e Giancane rispettivamente per Angelelli e Neriotti, mentre Botarelli si mantiene su alte percentuali. Montenegro riporta sotto la Libera Virtus (17-20), eppure le ciociare non si scompongono (18-22): due set ball vanificati, la subentrata D’Arco manda le squadre al nuovo cambio campo.

Equilibrio totale nel terzo periodo: Martilotti efficace in prima linea, tuttavia persiste una certa fallosità al servizio da ambo le parti. Primo tempo Cesario per il 9-7, cui risponde Murri: Neriotti stampa le mani su Giglio (12-10), l’Assitec però segue ad una incollatura. Sul 14-14 nuovo cambio in regia per le locali, perché crescono muro e difesa di Sant’Elia: il perdurante livellamento è spezzato dalla fast di Neriotti (20-18), a seguire l’ace di Martilotti per il +3 (22-19), Montenegro fa il resto per l’allungo che riporta in vantaggio Cerignola.

Martilotti e Montenegro sugli scudi, Cannone sul 6-3 in avvio di quarta frazione: è comunque lotta serrata, cannonata di Mauriello per il 9-6. Il sestetto laziale non cede, Murri firma l’11-10: le compagini seguitano a rincorrersi, doppia doppia di Gatto e punteggio sul 16-13. Minervini (confermata da Breviglieri al rientro in campo) avvia la progressione virtussina dai nove metri, manovrando con pulizia e rendendosi preziosa anche in difesa: Mauriello-Martilotti implacabili (38 realizzazioni in due), il duo d’attacco gialloblu fa volare Cerignola sul 20-14, Montenegro mette giù il punto del 25-18 con le ospiti ad alzare inevitabilmente bandiera bianca.

La Cannone sale così al secondo posto in classifica, alle spalle della battistrada Santa Teresa di Riva: nel prossimo turno altra avversaria ostica per le cerignolane, che saranno attese sabato 8 dalla Cmo Fiamma Torrese.

Ecco il tabellino della Cannone Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Angelelli 2, Mauriello 20, Martilotti 18, Montenegro 12, Neriotti 8, Cesario 6, Minervini, Giancane, Pisano (libero).

CLASSIFICA GIRONE D ALL’OTTAVA GIORNATA

Santa Teresa di Riva 17; Cannone Libera Virtus Cerignola 16; Giòvolley Aprilia, Cmo Fiamma Torrese, Crai Radenza Modica 15; Europea 92 Isernia 14; Luvo Barattoli Arzano 11; Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma, Ferraro Lamezia 10; Expert Volley Palmi, Assitec 2000 Sant’Elia 8; Pvg Bari 5; Givova Bcc Scafati 0.