Pareggia 0-0 a Nardò l’Audace Cerignola, in uno dei due anticipi del 14mo turno di serie D: è andata bene ai gialloblu, costretti all’inferiorità numerica in chiusura di primo tempo e che vedono sprecare un penalty dagli avversari. In equilibrio anche il conto dei legni (uno ciascuno), “cicogne” indenni da un campo storicamente molto difficile. Bitetto recupera Cascione, il quale torna al suo posto sulla fascia destra di difesa: confermatissimo il resto degli effettivi nell’ormai classico 4-4-2. Anche Taurino tiene fede al suo modulo, il 3-5-2 vede in avanti Kyeremateng supportato da Arario. All’8′ prima minaccia dei salentini: De Pascalis lancia Kyeremateng, il quale non aggancia nel migliore dei modi per portarsi davanti ad Abagnale. Quasi al quarto d’ora Loiodice calcia una punizione pochi metri oltre l’area di rigore, traiettoria alta sulla traversa. Frattanto inizia a piovigginare, il Nardò cerca soprattutto con Arario di insinuarsi nella difesa ospite dalle fasce. Lattanzio tenta la battuta al volo di sinistro su palla inattiva di Loiodice, ma anche in questo caso la mira non è (nettamente) delle migliori. Dopo la metà di prima frazione, Alessio Esposito viene ammonito: il centrocampista, diffidato, salterà il Granata. Occasionissima al 37′ per i granata: Kyeremateng timbra la traversa appostato in area piccola, su servizio di De Pascalis. Gli ofantini soffrono parecchio sulle corsie, anche Versienti mette spesso in apprensione Cascione sull’out mancino. Le cose si complicano per l’Audace al 42′: Gigante è steso da Alessio Esposito, secondo giallo per il mediano e cerignolani in inferiorità numerica. Si va al riposo a reti inviolate, in un match avaro di grandissime emozioni, eccetto il legno centrato dalla squadra di Taurino.

Kyeremateng nuovamente molto pericoloso al 51′: suggerimento di De Pascalis, l’attaccante neretino controlla e indirizza un pallonetto verso la porta fallendo di un soffio il bersaglio, grazie anche al tocco di Di Cecco nei pressi della linea. La retroguardia alta della vicecapolista è impensierita più volte dai leccesi, come nella circostanza in cui Versienti va fin quasi sul fondo e crossa, Kyeremateng e Mingiano sono in agguato ma i difensori gialloblu sventano. Poco dopo Lattanzio lascia il posto al neoarrivo Nadarevic, all’esordio con la maglia dell’Audace. Il Nardò usufruisce di un calcio di rigore al 65′: Abagnale atterra in uscita Kyeremateng, dal dischetto il numero dieci di casa mette malamente a lato sciupando la più ghiotta delle opportunità. Mostra segni di nervosismo il Cerignola, e fioccano le ammonizioni fra le sue fila: Bitetto inserisce Pollidori in luogo di Longo per frenare le offensive neretine. Mirarco è chiamato alla prima parata al 72′, sul diagonale deviato in corner partito dal piede di Loiodice, a stretto giro di posta Abruzzese centra la traversa di testa, sugli sviluppi proprio di un tiro dalla bandierina del fantasista e gli ospiti a protestare per un eventuale sorpasso della linea di porta della sfera. Le compagini da lì in poi appaiono abbastanza stanche e si accontentano del punto a testa: non accade più nulla di rilevante e al triplice fischio gli ofantini sono sollevati dal pericolo scampato.

Mercoledì prossimo si tornerà in campo per il secondo turno infrasettimanale della stagione: il Cerignola -senza gli squalificati Abagnale e Alessio Esposito- ospiterà al “Monterisi” il Granata, battuto in casa dal Taranto nell’altro anticipo di giornata.

NARDO’-AUDACE CERIGNOLA 0-0

Nardò (3-5-2): Mirarco, De Pascalis (84′ Muci), Aquaro, Giglio, Senè (79′ Centonze), Gigante (91′ Greco), Bolognese, Bertacchi, Versienti, Arario (54′ Mingiano), Kyeremateng (87′ Cordella). A disposizione: Rizzitano, Lezzi. Allenatore: Roberto Taurino.

Audace Cerignola (4-4-2): Abagnale, Cascione, Di Cecco, Abruzzese, Russo L., Longo (68′ Pollidori), Esposito A., Carannante, Loiodice, Foggia (87′ Russo S.), Lattanzio (61′ Nadarevic). A disposizione: Vassallo, Tedone, Matere, Nardella, Marotta. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Reti:

Ammoniti: Acquaro, Bertacchi (N); Esposito A., Abagnale, Loiodice, Abruzzese, Carannante, Pollidori (AC). Espulso: Esposito A. (AC) al 42′ per doppia ammonizione.

Angoli: 2-2. Fuorigioco: 2-4. Recuperi: 2′ pt, 4′ st.

Note: al 66′ Kyeremateng (N) calcia a lato un calcio di rigore.

Arbitro: Catanoso (Reggio Calabria). Assistenti: Cravotta (Città di Castello)-Colonna (Vasto).