Audace Cerignola

Secondo turno infrasettimanale della stagione nel girone H di serie D e per l’Audace Cerignola, nella 15ma giornata, il calendario propone il confronto casalingo con il Granata. I ragazzi di Dino Bitetto nell’anticipo di sabato scorso hanno pareggiato senza reti a Nardò: un punto da salutare con soddisfazione, perché giunto al cospetto di una squadra comunque in salute, avendo affrontato l’inferiorità numerica per più di un tempo e con i salentini che hanno anche fallito un calcio di rigore. Su un campo tradizionalmente ostico, gli ofantini sono riusciti ad uscire indenni pur se ciò ha causato l’allungo a quattro delle distanze dalla capolista Picerno. Lo scontro diretto sarà in programma domenica, tuttavia l’Audace non può e non deve commettere l’errore di guardare già al big match in campo avverso, né di farsi distrarre da quel che accade nell’incrocio fra Taranto e lucani: prima bisogna battere i campani per restare al passo e solo dopo il triplice fischio cominciare a pensare al prossimo impegno. Intanto, si sono registrate in giornata le uscite nel reparto avanzato di Siclari (accasatosi alla Fidelis Andria) e Vittorio Esposito, i quali per ragioni diverse non sono riusciti ad imporsi nella loro avventura in gialloblu. Un altro arrivo in prima linea, verosimilmente un esterno offensivo, è previsto prima della chiusura della finestra di mercato prevista per le 19 di venerdì.

Bitetto domani dovrà rinunciare agli squalificati Abagnale e Alessio Esposito: lo stop di quest’ultimo attribuito dal giudice sportivo è pesante, tre giornate per aver danneggiato un vetro dello spogliatoio in seguito all’espulsione di Nardò. In porta spazio a Vassallo, mentre Pollidori -rientrato proprio tre giorni fa- dovrebbe riposizionarsi in difesa con Di Cecco avanzato in mediana, oppure il barlettano agirà nel suo ruolo naturale con l’ex Lanciano saldo in retroguardia. Da non escludere a priori anche un eventuale debutto dal 1′ per Nadarevic, per far rifiatare uno fra Lattanzio e Foggia.

Il Granata, protagonista in estate di un molteplice giro di titoli con altre formazioni campane, è attualmente penultimo in classifica a quota 8 punti ed un bilancio di due vittorie, altrettanti pareggi e dieci sconfitte. Il team guidato da Antonio Maschio ha perso le ultime due partite contro Bitonto e Taranto, a dispetto delle precedenti due in cui si erano totalizzati 4 punti. La salvezza appare impresa ardua, specie se non supportata da rinforzi adeguati: una rosa colma di giovani e giovanissimi che stanno incontrando le difficoltà che emergono dall’attuale posizione in graduatoria e il poco invidiabile primato di difesa più battuta del girone.

Un solo precedente fra compagini di Cerignola ed Ercolano: risale alla stagione 1990/91, in Interregionale. Calcio d’inizio al “Monterisi” alle ore 15, con la direzione di gara affidata al sig.Baldelli, della sezione di Reggio Emilia.