Vince ma soffre più del dovuto l’Audace Cerignola, che supera di strettissima misura il Granata Ercolanese grazie alla rete decisiva di Lattanzio. Bitetto vara un insolito 4-2-3-1, modificato durante il corso della gara nell’abituale 4-4-2, con Nadarevic riferimento avanzato e supportato da Marotta-Lattanzio-Loiodice. Maschio schiera il Granata con un 3-5-2 in cui le punte sono Esposito e Calemme. Prima conclusione dell’incontro al 4′, il destro sbilenco di Luca Russo è innocuo: molto più rilevante l’occasione al 10′, quando Longo assiste Nadarevic il cui tiro è deviato in corner da Marino. Cerignola in vantaggio al 16′: schema su punizione calciata da Marotta, sul secondo palo Abruzzese rimette al centro dell’area dove Lattanzio gira indisturbato in fondo al sacco. Nuovo gioco ordinato su tiro franco poco più tardi: Loiodice in area, tacco volante di Longo e girata alta sulla traversa di Abruzzese. Granata inevitabilmente passivo e che deve rinunciare a Calemme per infortunio, sostituito da Castagna. Padroni di casa vicinissimi alla marcatura sempre con Lattanzio: l’attaccante svetta sul tiro dalla bandierina di Marotta ma la sfera termina a lato di pochissimo. L’unico intervento (peraltro senza patemi) di Vassallo è sul colpo di testa senza forze di Esposito. Si va all’intervallo con i ragazzi di Bitetto avanti col minimo scarto e ai quali è mancato il guizzo per il gol della tranquillità.

Al piccolo trotto la partenza della ripresa, eppure al 59′ Lattanzio centra la parte superiore della traversa da posizione defilata sfiorando il raddoppio: nel frattempo era uscito per infortunio Cascione, rilevato da Matere. La partita attraversa una fase di stanca, così pian piano il Granata si organizza e mette la testa fuori: Abruzzese inzucca da corner e “cicogne” vicinissime alla segnatura della sicurezza. Al 73′ negato inspiegabilmente un rigore ai padroni di casa: uscita kamikaze del portiere Marino che abbatte Marotta, per l’arbitro è tutto regolare. Gli ofantini premono ed è il difensore Granata ad immolarsi con successo sulla conclusione a botta sicura di Lattanzio sul cross radente di Marotta. A seguire anche gli ospiti reclamano un penalty per un presunto tocco di mano in area gialloblu e Cerignola un po’ in affanno. Tuttavia, è colossale la doppia opportunità sprecata all’82’: ancora Granata salva sulla linea il tiro di Foggia, azione che prosegue e Lattanzio a ciccare malamente un rigore in movimento. Pur senza impensierire Vassallo, il Granata negli ultimi spiccioli del confronto tiene in apprensione la retroguardia della vicecapolista: finisce però con i tre punti alla formazione ofantina.

Obiettivo di avvicinare il Picerno centrato: lo 0-0 fra lucani e Taranto dimezza a due le distanze dal primo posto. Domenica il big match allo stadio “Curcio”, l’Audace mette nel mirino il sorpasso per agguantare la testa in caso di successo. Audace che, come annunciato in conferenza stampa dal ds Degli Esposti, già domani annuncerà nuovi arrivi per presentarsi al meglio all’importante sfida.

AUDACE CERIGNOLA-GRANATA ERCOLANESE 1-0

Audace Cerignola (4-4-2): Vassallo, Cascione (53′ Matere), Di Cecco, Abruzzese, Russo L., Marotta (87′ Russo S.), Longo, Carannante, Loiodice, Lattanzio (90′ Pollidori), Nadarevic (61′ Foggia). A disposizione: Tricarico, Tedone, Ujka, Nardella, Parise. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Granata (4-3-3): Marino, Sozio, Granata, Della Monica, Falivene (64′ Mattera), Prevete, Tufano, Gargiulo (80′ De Crescenzo), Sorrentino (56′ Conte), Calemme (36′ Castagna), Esposito. A disposizione: De Gennaro, Paudice, Rinaldi, Di Crosta, Bianco. Allenatore: Antonio Maschio.

Rete: 16′ Lattanzio.

Ammoniti: Matere, Russo S. (AC); Gargiulo, Prevete (G).

Angoli: 7-10. Fuorigioco: 3-6. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

Arbitro: Baldelli (Reggio Emilia). Assistenti: Basile-Benedetto (Crotone).

CLASSIFICA ALLA QUINDICESIMA GIORNATA

Az Picerno 33; Audace Cerignola 31; Bitonto, Taranto 27; Fidelis Andria 25; Nardò 24; Francavilla in Sinni, Team Altamura 22; Savoia 21; Fasano 20; Nola 18; Gelbison 16; Gravina 15; Sarnese, Sorrento 14; Gragnano 13; Pomigliano, Granata Ercolanese 8.