Audace Cerignola

E’ tempo di big match nel girone H di serie D: domani l’Audace Cerignola sfiderà il Picerno, nella partita che mette a confronto le prime due della classe. Gli ofantini nel turno infrasettimanale hanno sconfitto di misura (1-0) il Granata Ercolanese, portando a quattro la striscia di risultati utili in atto: non è stata una prestazione memorabile, ma era fondamentale acquisire il bottino pieno in una settimana caratterizzata dalle squalifiche e col mercato in svolgimento. Tre giorni fa i ragazzi di Bitetto sono stati bravi a saper soffrire, anche quando i campani si sono portati in avanti e con diversi calci piazzati potevano creare situazioni pericolose. In virtù del pareggio fra Taranto e lo stesso Picerno, è stato centrato l’obiettivo di arrivare allo scontro diretto con meno punti di distacco, ed anzi dimezzare le lunghezze dalle quattro alle due attuali. Non sarà decisiva perché ci sarà tutto il girone di ritorno da disputare, comunque la gara rivestirà particolare importanza poiché -in caso di successo- l’Audace per la prima volta in un anno e mezzo si troverebbe a guardare il resto della compagnia dall’alto in basso. Pur avendo avuto un risicato periodo di preparazione, i gialloblu sono perfettamente consci e carichi in vista dell’appuntamento e sono pronti a duellare in campo con una rivelazione che, col passare delle settimane invece, si è dimostrata una realtà.

Il mercato si è chiuso con l’arrivo di Vitofrancesco e la partenza del secondo portiere Vassallo in direzione Forlì: si attenderà ora gennaio per ingaggiare un nuovo estremo difensore classe 2000, con gli indizi che potrebbero portare a Bisogno, l’anno scorso con Bitetto alla Cavese. Per ciò che concerne la formazione, tornano a disposizione Abagnale e Esposito (accolto il ricorso avverso la squalifica di tre giornate): l’unica modifica rispetto allo schieramento tipo è Matere a sinistra con Luca Russo spostato a destra in difesa, a causa dell’infortunio occorso a Cascione.

Al comando con 33 punti ed un ruolino di marcia compreso di dieci vittorie, tre pareggi e due sconfitte, il Picerno era dato da tutti gli addetti ai lavori come un’ottima squadra ma forse in pochissimi pronosticavano un primato che dura da diverse settimane. Alla guida del team lucano un mister navigato come Giacomarro che, in un ambiente senza pressioni e con un organico assemblato con perizia, non conosce la sconfitta da nove giornate e detiene il miglior attacco del raggruppamento (anche se pesa su questo dato il 6-5 interno col Fasano). Nella finestra di mercato, minime le operazioni in entrata, fra le quali l’attaccante Gallon dal Castrovillari e il terzino cerignolano Michele Spinelli, proveniente dal Campobasso. L’ossatura dei melandrini è composta dal portiere Coletta, dal difensore Impagliazzo, dal centrocampista Pitarresi, dal jolly Kosovan e dall’attaccante Tedesco. Una prima linea che può contare anche su Santaniello (nove centri in campionato) ed Emmanuele Esposito, entrambi però in dubbio per via di fastidi fisici. Fra le mura amiche i rossoblu hanno collezionato sei vittorie ed una solo stop, per mano del Team Altamura.

Nel precedente dello scorso campionato, 34ma ed ultima giornata, terminò 1-1: la rete ofantina fu messa a segno da Luca Russo. Calcio d’inizio allo stadio “Donato Curcio” alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Nicolini, della sezione di Brescia.