L’Audace Cerignola rifila una cinquina al Pomigliano alla prima uscita del nuovo anno, trovando tre punti nella calza della Befana e nel contempo accorciando il divario dalla capolista Picerno. Nell’undici iniziale, Bitetto mischia un po’ le carte: Cascione torna titolare sulla fascia destra, Vitofrancesco e Nadarevic dal 1′ con Loiodice e Lattanzio che partono dalla panchina. Casu presenta uno spavaldo 4-3-3 con Girardi riferimento avanzato supportato da Poziello e Calone. Nei primi minuti un acquazzone non consente di esprimere un calcio pregevole: al 16′ Cascione deve lasciare il posto a Matere. Alla prima occasione utile, il Cerignola passa in vantaggio: corner di Vitofrancesco, Foggia in girata mette alle spalle di Sorrentino. Gli ospiti cercano la timida reazione con l’innocua punizione di Picascia, poi al 38′ arriva il raddoppio firmato da Longo, il quale beffa tutti su calcio piazzato da posizione defilata e mette in discesa la sfida. Non accade più nulla fino al duplice fischio che manda le squadre negli spogliatoi.

Foggia si costruisce in avvio di ripresa una buona chance, vincendo un contrasto con Ferrara ma calciando di poco a lato da ottima posizione, a seguire Loiodice insidia Sorrentino trovando la respinta di piede del portiere granata. Il Pomigliano si fa vedere col colpo di testa di Mannone fuori, Bitetto prosegue nell’avvicendamento della prima linea ofantina (dentro anche Marotta e nel finale anche Lattanzio). Al 70′ ecco il tris, con la doppietta personale di Lorenzo Longo: il centrocampista mette dentro da fuori area mediante un sinistro tanto preciso quanto efficace nell’angolino. L’Audace insiste, così un irresistibile Loiodice timbra il cartellino segnando il poker, e si annota il ritorno in campo di Allegrini dopo un lungo infortunio, a rilevare un Longo molto applaudito. I campani finiscono anche in dieci, per l’espulsione di Girardi (doppia ammonizione). Cinquina che esce al minuto 86: Loiodice imperversa sulla sinistra, cross raccolto da Carannante che così va a segno per la seconda domenica consecutiva.

La vittoria fa il paio con quella riportata prima della sosta sul Francavilla e rinfocola l’inseguimento al Picerno, bloccato sullo 0-0 a Torre Annunziata. Domenica prossima la partita in trasferta a Sorrento, sconfitto di misura a Gragnano.

AUDACE CERIGNOLA-POMIGLIANO 5-0

Audace Cerignola (4-4-2): Abagnale, Cascione (16′ Matere), Di Cecco, Pollidori, Russo, Vitofrancesco (55′ Loiodice), Esposito, Carannante, Longo (78′ Allegrini), Foggia (74′ Lattanzio), Nadarevic (66′ Marotta M.). A disposizione: Cappa, Tedone, De Cristofaro. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Pomigliano (4-3-3): Sorrentino, Ferrara (65′ Padovani), Avella, Mannone, Marotta S., Suriano (38′ Luise), Romanazzo, Picascia, Poziello, Girardi, Calone (75′ Forquet). A disposizione: Bellarosa, Grifone, Savarise, Labriola, Liberti, Ritieni. Allenatore: Marcello Casu.

Reti: 28′ Foggia, 38′ e 68′ Longo, 76′ Loiodice, 86′ Carannante.

Ammoniti: Pollidori (AC); Girardi (P). Espulso: Girardi (P) all’80’ per doppia ammonizione.

Angoli: 5-2. Recuperi: 3′ pt, 5′ st.

Arbitro: Catallo (Frosinone). Assistenti: Mattera (Roma 1)-D’ilario (Tivoli).

CLASSIFICA ALLA DICIOTTESIMA GIORNATA

Az Picerno 40; Audace Cerignola 37; Taranto 33; Team Altamura, Fasano 28; Bitonto 27; Francavilla in Sinni, Savoia, Fidelis Andria 26; Nardò 25; Gelbison, Nola 21; Gravina, Gragnano 20; Sorrento 17; Sarnese 15; Pomigliano 11; Granata Ercolanese 8.