Audace Cerignola

Trasferta sulla costiera per l’Audace Cerignola, nella 19^ giornata del girone H di serie D: domani, gli ofantini se la vedranno col Sorrento per cercare di ottenere la terza affermazione consecutiva. I ragazzi di Dino Bitetto hanno inaugurato il nuovo anno con il largo 5-0 rifilato al Pomigliano domenica scorsa al “Monterisi”, prima vittoria del 2019 e ricca di realizzazioni che ha determinato anche il riavvicinamento alla capolista Picerno. Iniziato come meglio non si poteva un mese di gennaio abbastanza impegnativo per i cerignolani, ora a sole tre lunghezze dai lucani e consapevoli che non è assolutamente tempo per commettere passi falsi o rallentare la corsa. Come sostenuto dal ds Degli Esposti, la squadra ha ormai trovato la sua identità definitiva e, pur col mercato ancora aperto, difficilmente secondo l’uomo mercato dell’Audace si effettueranno ulteriori operazioni. La sensazione prevalente però è quella che, in caso di opportunità irrinunciabili o dall’elevata efficacia, qualcosina potrebbe ancora muoversi. I gialloblu tornano in Campania sperando di incrementare un bottino che finora con le compagini della regione confinante è stato molto redditizio: tutte affermazioni eccetto l’unico pareggio, proprio col Sorrento all’andata.

E’ un periodo anche di abbondanza di scelte per l’allenatore barese, grazie al recupero anche di Allegrini in difesa: difficilmente però verrà riproposto il mini turnover osservato domenica scorsa, quindi si dovrebbe tornare al 4-4-2 con Loiodice e Lattanzio in campo dal 1′. Col ritorno di Abruzzese dalla squalifica, ballottaggio Pollidori-Di Cecco al suo fianco, anche se non è da escludere a priori l’ipotesi del già citato Allegrini. In forte dubbio Cascione, per cui Matere e Russo saranno i terzini nella linea arretrata.

Il Sorrento si avvicina alla delicata sfida con una importante novità in panchina: l’ex tecnico di (fra le altre) Brindisi, Taranto e Casertana, Vincenzo Maiuri, ha rilevato il dimissionario Guarracino. Cambio giunto dopo la sconfitta nell’ultimo turno a Gragnano, che ha fatto il paio con il ko di Taranto ma soprattutto in base ad una sola vittoria riportata nelle ultime nove giornate. I rossoneri sono infatti scivolati in zona playout con 17 punti, dopo i 12 raccolti nei primi nove turni. Gli interventi nel mercato di riparazione hanno prodotto gli innesti del portiere Giordano, del difensore D’Alterio (dal Taranto), dell’attaccante Figliolia e del grande ex dell’incontro, il panamense Eric Herrera, prelevato dalla Sangiustese nel girone F. L’arrivo del nuovo mister causerà voglia di rivalsa fra i costieri, alla ricerca di un risultato positivo e di una prova che rassereni un ambiente piuttosto cupo. Tuttavia Maiuri dovrà fare a meno di due squalificati, il classe 2001 Vitale e il più esperto De Rosa.

Nell’unico precedente in terra sorrentina, il 23 settembre 1990 finì 0-0 in Interregionale. Calcio d’inizio al comunale “Italia” alle ore 14.30, con la direzione di gara affidata al sig.Zamagni, della sezione di Cesena.