All’ultimo secondo, il Cerignola espugna Sorrento in rimonta, portando a casa tre punti pesantissimi nell’economia del campionato: Loiodice e Lattanzio decidono da subentrati nell’1-2 finale. Bitetto a sorpresa conferma quasi in blocca gli undici visti contro il Pomigliano: rientra dal 1′ Allegrini, Matere a sinistra con Russo a destra e un 4-3-3 come modulo. Sceglie il 3-4-3 invece Maiuri, con il tridente formato da Figliolia-De Angelis-Herrera. Dopo aver osservato un minuto di raccoglimento per i due giovanissimi morti a Cerignola in un terribile incidente stradale nella notte (gialloblu col lutto al braccio), la sfida ha inizio sotto una pioggia battente. Prima occasione per gli ospiti: insidioso sinistro di Nadrevic, Giordano devia lateralmente; Audace ancora pericoloso al 6′, ma Foggia non riesce a compiere la girata vincente. Terza opportunità al 9′ per gli ofantini: Vitofrancesco a tu per tu con Giordano si fa ipnotizzare dal portiere costiero, che respinge di piede. La replica del Sorrento mette però i brividi: cross di Scarf, incornata di De Angelis a centrare il legno. Di nuovo Nadarevic in evidenza: il mancino sul primo palo finisce fuori di un soffio (22′); De Angelis dall’altra parte spara alle stelle da favorevole posizione su cross basso di Todisco. Aumenta di intensità la pioggia, nel finale di tempo Nadarevic calcia troppo molle fra le mani di Giordano, vanificando una bella ripartenza cerignolana: Abagnale dice no al colpo di testa di Figliolia, mettendo la sfera in angolo. Termina così un primo tempo in cui le due squadre non si sono risparmiate, nonostante il meteo inclemente.

Al rientro dagli spogliatoi, Loiodice rileva Vitofrancesco e la pioggia finalmente dà una tregua. Al 52′ l’ex Herrera prova a pescare il jolly con un mancino che Abagnale alza sopra la traversa con un reattivo colpo di reni: dalla bandierina, Di Cecco mette giù De Angelis e l’arbitro indica il dischetto con relativo giallo al difensore. De Angelis si incarica della trasformazione e non sbaglia, pur se Abagnale intuisca il lato giusto. Dentro anche Lattanzio per un Cerignola ancora più a trazione anteriore: così al 64′ Todisco ferma in area con le cattive Loiodice ed è penalty anche per i foggiani. E’ lo stesso fantasista che realizza, aprendo il piatto e superando Giordano che anch’egli aveva indovinato la direzione. Rinfrancati dalla parità, gli ofantini cominciano a premere con decisione, conquistando numerosi calci piazzati ed angoli: su una palla inattiva, Nadarevic crea problemi a Giordano, il quale respinge come può tuttavia efficacemente. Sorrento ormai in affanno, Luca Russo lambisce il palo da fuori area, Giordano al 76′ toglie letteralmente dalla porta il colpo di testa di Lattanzio servito dalla destra da Foggia. C’è anche Marotta nell’assalto finale, e nel recupero l’Audace trova il compimento dei suoi sforzi. Prima Loiodice non concretizza al 93′ trovando l’opposizione del numero uno campano e di un difensore a rimorchio. Giusto al 94′ e nell’ultimo dei quattro minuti di extratime, dal corner di Marotta, Lattanzio anticipa tutti e scatena tutto l’entusiasmo del settore ospiti, con l’esultanza anche di Bitetto che va ad abbracciare i suoi ragazzi.

Vale doppio l’affermazione odierna, perché i gialloblu si portano ad una sola lunghezza dal Picerno, fermato in casa dal Gragnano. Potrebbe essere la partita della svolta, per averne la certezza bisogna aspettare i due big match che chiuderanno gennaio, a partire da domenica prossima quando al “Monterisi” arriverà il Bitonto.

SORRENTO-AUDACE CERIGNOLA 1-2

Sorrento (3-4-3): Giordano, Russo, D’Alterio, Esposito L., Todisco, Guarro, Masi (66′ Bozzaotre), Scarf, Figliolia (83′ Chirullo), De Angelis (76′ Gargiulo Alessio), Herrera (80′ Rizzo). A disposizione: Munao, De Martino, De Palma, Paradiso, Gargiulo Alessandro. Allenatore: Vincenzo Maiuri.

Audace Cerignola (4-3-3): Abagnale, Russo, Allegrini (72′ Pollidori), Di Cecco, Matere, Longo (58′ Lattanzio), Carannante, Esposito A, Nadarevic (80′ Marotta), Foggia, Vitofrancesco (46′ Loiodice). A disposizione: Cappa, Tedone, Abruzzese, De Cristofaro. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Reti: 54′ De Angelis (rig., S), 63′ Loiodice (rig.), 94′ Lattanzio.

Ammoniti: Todisco, De Angelis, Herrera, Bozzaotre (S); Di Cecco, Lattanzio (AC).

Angoli: 3-10. Fuorigioco: 2-2. Recuperi: 0′ pt, 4′ st.

Arbitro: Zamagni (Cesena). Assistenti: Signore (Venosa)-Dell’Orco (Policoro).

CLASSIFICA ALLA DICIANNOVESIMA GIORNATA

Az Picerno 41; Audace Cerignola 40; Taranto 36; Bitonto 30; Team Altamura, Savoia, Fidelis Andria 29; Fasano 28; Francavilla in Sinni 26; Nardò 25; Gelbison, Nola 24; Gravina, Gragnano 21; Sorrento 17; Sarnese 15; Pomigliano 11; Granata Ercolanese 8.