Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Foggia, nelle prime ore di oggi, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP presso il Tribunale dauno, nei confronti di 5 persone, tutte residenti a Cerignola (FG), ritenute responsabili di aver organizzato un vasto traffico di sostanze stupefacenti spacciate nella città di Cerignola e zone limitrofe.

In particolare, le complesse indagini, anche di natura tecnica, condotte dai Finanzieri della Compagnia di Foggia sotto il costante coordinamento della locale Procura della Repubblica, hanno consentito di disvelare una incessante ed organizzata attività di spaccio posta in essere dai soggetti cerignolani che avevano messo a punto, nel quartiere Torricelli di Cerignola, un vero e proprio modus operandi finalizzato alla consegna “porta a porta” degli stupefacenti, garantendo, nell’intero arco della giornata, la fornitura di cocaina, hashish e marijuana agli abituali “consumatori”.

In un caso è stato accertato che, uno degli arrestati, cedeva la sostanza stupefacente direttamente dal balcone della propria abitazione, utilizzando un “paniere” legato ad una cordicella che veniva lasciato cadere fino alla strada, dove l’acquirente, una volta prelevata la sostanza stupefacente ordinata, lasciava all’interno dello stesso il relativo costo d’acquisto. Al termine delle indagini sono stati sequestrati complessivi Kg. 1,5 di sostanze stupefacenti del tipo marijuana, hashish e cocaina, nonché 1 pistola calibro 9, con matricola abrasa, completa del relativo munizionamento.

L’operazione di servizio testimonia ancora una volta la costante attenzione che la Procura della Repubblica e le Fiamme Gialle pongono nel contrasto al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, al fine di arginare il fenomeno e di incidere particolarmente sui canali di distribuzione verso un mercato che registra, purtroppo, un costante aumento di giovani consumatori.