Audace Cerignola

Torna al “Monterisi”, venti giorni dopo l’ultima uscita casalinga, l’Audace Cerignola: per il 23mo turno del girone H di serie D, in calendario il confronto con la Sarnese. In una giornata che vede Taranto-Savoia e Picerno-Fidelis Andria, l’impegno sulla carta più agevole sembra proprio essere quello degli ofantini, ai quali il ruolo da inseguitori impone sostanzialmente di conquistare i tre punti. Domenica scorsa a Gragnano, gli uomini di Dino Bitetto hanno conquistato un’altra vittoria all’ultimo tuffo, ormai una consuetudine nelle ultime settimane: il 2-3 ai campani ha permesso di restare in scia delle prime due della classifica. Carattere, determinazione, anche un pizzico di fortuna ma non solo: il Cerignola ha aggiunto al suo totalizzatore ben 9 punti negli spicchi di partita che vanno dall’85’ al recupero rispetto ai parziali fin lì maturati. Solo con l’Andria si era in una situazione di svantaggio, mentre nelle altre occasioni il punteggio era fermo sulla parità: un dato che alla lunga può risultare determinante, anche perché al momento le concorrenti massime alla promozione si fermano a 4, esaminando tale corrispettivo.

L’uomo copertina in casa gialloblu è senza dubbio alcuno Nicola Loiodice: il fantasista barese incarna perfettamente l’ambizione e la voglia di emergere dell’intera società ed è uno degli inamovibili in campo. Oltre alla qualità, all’estro e al cambio di passo, il calciatore classe ’92 sta fornendo una produttività realizzativa elevatissima, tant’è che con dieci reti è il miglior marcatore dell’Audace.

Sulla formazione da schierare, Bitetto recupera i tre squalificati assenti a Gragnano, anche se presumibilmente solo Carannante partirà dal 1′: si profilerebbe una conferma del 4-3-3 con Marotta e Foggia assieme a Loiodice, poiché il match va aggredito subito senza tatticismi. Luca Russo in panca inizialmente una settimana fa dovrebbe riprendere il suo posto sulla fascia, anche se il mister barese non è nuovo a modifiche varie nell’assetto e negli elementi.

Quart’ultima piazza per la Sarnese con 21 punti ed un bilancio di cinque vittorie, sei pareggi ed undici sconfitte. La compagine salernitana arriva dal corroborante 4-1 con cui è stata battuta la Gelbison nella precedente fatica e si presenterà con il nuovo allenatore Alfonso Pepe, al posto di Cusano. La filosofia dominante nella società granata è dare spazio a giovani e giovanissimi, testimoniato dal primo posto provvisorio nella speciale graduatoria del girone H “Giovani D Valore” che segue l’affermazione generale già della passata stagione. I granata non avranno nulla da perdere: l’età media di molto inferiore e l’entusiasmo giovanile devono mettere sull’attenti i cerignolani, che non possono prendere sottogamba l’impegno. Sarnese col terzo peggior attacco del raggruppamento e che potrebbe disporsi col 3-5-2 cercando fortuna con le ripartenze.

Nell’unico precedente fra le due squadre, finì 4-1 per l’Audace il 5 novembre 2017: in rete Polidori, Longo, Morra e Vicedomini per gli ofantini. Calcio d’inizio alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Bordin, della sezione di Bassano del Grappa.