Audace Cerignola

Continua il segmento di campionato contro squadre campane per l’Audace Cerignola: dopo Gragnano e Sarnese, è la volta domani dell’incontro in trasferta a Nola, valido per la 24^ giornata del girone H di serie D. I ragazzi di Dino Bitetto si sono sbarazzati domenica scorsa piuttosto facilmente dei granata salernitani, infliggendo un 2-0 già nel primo tempo con la doppietta di Lattanzio, rendendo più che abbordabile poi la ripresa. Mercoledì si è verificato un nuovo avvicendamento in vetta alla classifica: il Picerno, battendo proprio i prossimi avversari degli ofantini, è tornato davanti a tutti e vanta due lunghezze di margine sul Taranto e quattro sull’Audace. Essere inseguitori invece che prede a volte può essere ritenuto un vantaggio, ciò non toglie però che -come ribadito anche dallo stesso tecnico nell’intervista post Sarnese- i gialloblu sono obbligati a cercare sempre e comunque il risultato pieno, per non distanziarsi ulteriormente dalle dirette concorrenti. Il torneo sta per entrare nella sua fase decisiva, ogni passo falso potrebbe diventare deleterio per la conquista della vittoria finale: saranno due mesi e mezzo avvincenti, nella volata a tre che stabilirà la promossa in serie C.

Nelle più recenti esibizioni, Bitetto ha più volte alternato il 4-4-2 e il 4-3-3: probabile che il mister confermi il primo modulo, non potendo disporre sicuramente di Cascione e Nadarevic e con Pollidori in dubbio. Con gli innesti di Amabile, Ingrosso e Faggioli (tutti e tre subito impiegati anche se con modalità diverse), anche nel reparto under si può usufruire di una certa varietà di scelte.

E’ invischiato nella zona playout il Nola, quattordicesimo con 24 punti ed un computo complessivo di sette vittorie, tre pareggi e tredici sconfitte. Per tagliare il traguardo della permanenza, è tornato a sedere in panchina Stefano Liquidato, il quale aveva iniziato la stagione. Periodo tutt’altro che splendente per i bianconeri, reduci da quattro ko consecutivi equamente divisi fra casa e trasferta. Sul proprio terreno poi, i napoletani non conoscono mezze misure: nessun pareggio, con cinque affermazioni e sette stop. Sarà pesante l’assenza per squalifica del bomber Gennaro Esposito, espulso nel recupero: l’attaccante ha messo a segno ben undici centri ed è di gran lunga il miglior marcatore bruniano. Il Nola dovrebbe schierarsi col 4-2-3-1, affidandosi all’esperienza di Gragnaniello, D’Anna e Troianiello nel trainare un folto gruppo di under.

Calcio d’inizio allo “Sporting Club” alle ore 14.30, con la direzione di gara affidata al sig.Vingo, della sezione di Pisa.