carabinieri-cerignola

Venerdì scorso, a Cerignola, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del NORM della locale Compagnia hanno eseguito una misura cautelare del collocamento in comunità nei confronti di un 17enne del posto, ritenuto responsabile di detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

L’11 gennaio scorso una pattuglia dell’Arma in servizio di controllo del territorio, avendo notato il ragazzo aggirarsi per piazza Nassiriya con fare sospetto, lo aveva fermato per un controllo e, nel perquisirlo, lo aveva trovato in possesso di 14 “stecche” di hashish, oltre che di 60 euro in contanti, probabile provento dell’illecita vendita della sostanza stupefacente.

La successiva perquisizione presso l’abitazione del ragazzo aveva poi consentito agli stessi Carabinieri di rinvenire altre 62 stecche della stessa sostanza, nascoste insieme ad altri 640 euro. Dalla droga sequestrata, del peso complessivo di 145,5 grammi, sarebbe stato possibile ricavate, secondo l’esito degli accertamenti e le tabelle ministeriali, 1321 dosi. Il giovane spacciatore era quindi stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minori di Bari.

Venerdì, dopo le formalità di rito, il minore è stato accompagnato in una Comunità per il recupero di minori di San Severo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.