Ventesima giornata nei principali campionati di volley che vedono impegnate le nostre tre formazioni, tutte ancora in lotta per i rispettivi obiettivi. Turno casalingo per La Fenice, per Libera Virtus e Pallavolo Cerignola trasferte baresi. Nel girone E della serie B maschile, i rossoneri ospiteranno domenica (ore 18) la Sia Pallavolo San Giustino, cercando di allungare la striscia positiva interna che conta due vittorie nelle ultime uscite. I ragazzi di Pino Tauro sono stati battuti nel derby dalla M2G Group Bari sabato scorso, in una partita che non è stata convincente per ciò che concerne la motivazione e la grinta, caratteristiche invece ben esplicitate nei precedenti impegni. La corsa salvezza però resta apertissima, malgrado l’aggancio da parte di Lucera proprio ai danni della Vini Errico: nei sette turni che mancano al termine della regular season, ogni sfida dovrà essere approcciata con la giusta mentalità per non tornare subito in serie C. San Giustino è formazione di altissima classifica, che occupa la seconda posizione a quota 35 punti nella bagarre per accedere ai playoff. Gli umbri hanno raccolto tre successi consecutivi e si presenteranno al pala “Dileo” con l’intenzione di violarlo, tuttavia i “diavoli rossi” non sono nuovi ad imprese contro squadre più attrezzate, vedi lo stop imposto a Pineto quasi un mese fa. Nonostante il pronostico sia sulla carta sfavorevole, La Fenice conta sui suoi sostenitori e sul suo “esercito”, per condurre i suoi beniamini alla vittoria di una battaglia indubbiamente importante.

Tempo di derby nel girone D della B1 per la Cannone Libera Virtus, che renderà visita domani (ore 17.30) alla Pvg Bari. La bellissima, entusiasmante e decisamente voluta affermazione nel big match della scorsa settimana sulla capolista Aprilia ha incrementato vertiginosamente un morale già alto contraddistinto dalla compattezza di un gruppo davvero unito, il quale ora non fa mistero di puntare ai playoff. In un torneo anomalo e con una classifica indicativa ma non troppo, perché le virtussine hanno due gare in meno, l’obiettivo degli spareggi promozione può essere raggiungibile. C’è da diffidare però di una Pvg affamata di punti per evitare l’ultimo posto che rimanda in B2: le baresi sono penultime con 13 punti e non vincono ormai da un paio di mesi. Per cercare di risollevare la situazione, in panchina il dimissionario Sarcinella è stato rilevato da Zambetta, il quale però all’esordio ha trovato il ko di Arzano, fra i sestetti più in forma al momento. Gara ricca di ex da ambo le parti: alle gialloblu Montenegro e Cesario si aggiungono dall’altra sponda Binetti, Piemontese e Valecce, senza dimenticare il confronto fra le sorelle Minervini. Sarà un’altra prova sul cammino della maturità per le ragazze di Breviglieri, che dovranno tenere a bada un avversario ostico e il fattore campo sfavorevole: la qualità nella Cannone non manca e lo si è dimostrato proprio nella passata domenica.

Incrocio con una corregionale anche per la Brio Lingerie Pallavolo Cerignola, di scena domenica (ore 18) a Noci. E’ giunto il tempo della resa dei conti per il team allenato da Michele Drago, che nel segmento finale di campionato affronterà numerosi scontri diretti per centrare la permanenza nella quarta serie nazionale. La sconfitta casalinga al tie break per mano di Oria ha quantomeno fatto intravedere segnali positivi sulla reazione e sulla propensione alla lotta, elementi che sono mancati nelle battute d’arresto precedenti. Dopo esser tornate a muovere la classifica, le fucsia hanno bisogno di tornare al successo che manca da un mese e mezzo. Di contro, la Deco Domus Noci staziona in ottava piazza con 21 punti e, in una graduatoria piuttosto corta nella seconda metà, non può permettersi passi falsi per non venire risucchiata nelle zone calde. Le biancoverdi hanno strappato due punti preziosissimi a Recanati e fra le mura amiche sono sempre insidiose, capitanate dall’esperta centrale Roberta Bottiglione. La Pallavolo Cerignola ha pochi calcoli da fare: deve scendere in campo per ottenere il massimo e, in caso di risultato positivo, dare una svolta anche a livello mentale per guardare all’immediato futuro con maggiore serenità.