carabinieri-cerignola

I Carabinieri della Stazione di Cerignola hanno denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Foggia un autotrasportatore italiano di 42 anni, impiegato presso una ditta di trasporti della provincia. Lunedì sera l’uomo, incaricato del trasporto di un carico di olio d’oliva, aveva fatto perdere le proprie tracce, al punto che il titolare della ditta, preoccupato, aveva segnalato al 112 il suo mancato rientro in ditta per l’orario previsto.

La motrice del mezzo era stata poi ritrovata la mattina successiva in un’area di servizio lungo la SS16, nei pressi di Cerignola, ma dell’uomo e del rimorchio non vi era alcuna traccia. Solamente nel pomeriggio il 42enne è ricomparso ed ha raccontato ai Carabinieri di Orta Nova che la sera precedente, mentre si trovava alla guida del semirimorchio, tre sconosciuti a volto coperto lo avevano costretto a sganciare il rimorchio carico di circa 25.000 litri di olio di oliva e ad allontanarsi a bordo della trattrice. Raggiunta la prima area di servizio sulla SS16, aveva deciso di parcheggiare la trattrice e di allontanarsi a piedi, ottenendo un passaggio a casa da un automobilista. Il giorno seguente, presso la Stazione carabinieri di Cerignola, l’autotrasportatore ha ammesso ai militari di aver ceduto il carico d’olio, del valore di circa 100.000 euro, al fine di sanare alcuni debiti personali.