Libera Virtus Cerignola

Non si arresta la corsa della Cannone Libera Virtus, che prevale anche nel derby ai danni della Pvg Bari 1-3 (14-25; 23-25; 25-19; 20-25 i parziali): è il quarto successo consecutivo delle ofantine, dimostrando uno stato di forma assai positivo. Mister Breviglieri deve rinunciare a Montenegro, così Facendola fa coppia in banda con Martilotti: Minervini è la regista e Mauriello opposto; Neriotti e Cesario centrali, più Pisano libero. Anche Zambetta ha l’assenza pesante di Simona Minervini in seconda linea: Romanazzi alzatrice e Cariello fuorimano; Caputo e Peonia laterali; Labianca e Piemontese sottorete con Valecce in difesa. Ottimo inizio virtussino (2-6), tramite le offensive di Martilotti e Mauriello: Cariello tiene a galla le baresi, la Cannone non rallenta e aumenta invece i giri, prendendo decisamente il largo (8-18) con Cesario in grande spolvero. Set quasi immediatamente in archivio, nonostante un lieve rilassamento ospite.

Più equilibrio al rientro in campo (4-4), poi Neriotti-Facendola per il primo break: le padrone di casa cercano di restare a contatto servendosi di Peonia, mentre Minervini chiama spesso e a ragione in causa il centro (11-15). Mauriello carica il suo braccio armato dai nove metri, siglando tre aces di fila (11-15), Cesario è un tormento per la Pvg che perde nuovamente contatto ma torna a -2, causando l’interruzione di Breviglieri. Caputo e Piemontese per il 21-22, si ingaggia un punto a punto risolto da Martilotti prima e dalla fast di Neriotti poi.

Terzo periodo: Libera Virtus avanti di misura (5-6), Labianca da posto 3 si carica il peso dell’attacco della sua squadra. Cesario replica con la stessa moneta (6-8), Piemontese aggancia e Cariello supera (11-10). Le gialloblu devono impiegare al massimo le proprie forze, pian piano però il sestetto di Zambetta si accende improvvisamente e fa spegnere la luce nella metà campo avversaria. Cerignola non trova più le giuste misure (16-12), dentro Angelelli per Minervini (poi anche Palladino per Facendola) eppure le progressione barese è inesorabile. Le “foxes” tornano in partita grazie al mani out di Peonia.

Non ci sta la Cannone e piazza un eloquente 0-6 nelle prime fasi della quarta frazione, le rivali sembra abbiano profuso il massimo sforzo (4-13, a segno Martilotti, Facendola e Mauriello). Ancora letali le centrali ofantine, solo che Bari non è ancora al tappeto sfruttando qualche incertezza ospite (14-18): timeout Breviglieri sul 16-19, Labianca avvicina sempre più la Pvg e ci pensa Neriotti a interrompere il filotto rivale. La stessa centrale e Facendola trovano due punti capitali (19-22), superato l’ultimo patema e spenti gli ultimi fuochi delle baresi, le cerignolane chiudono con Minervini e un astutissimo colpo di Facendola.

Altri tre punti pesanti in chiave playoff per la Libera Virtus, di cui si apprezza ultimamente la capacità di sovvertire situazioni negative e un gioco corale che coinvolge tutte le attaccanti. Nel prossimo turno nuova trasferta, nel Lazio a Sant’Elia per ottenere la cinquina e continuare ad inseguire il podio della classifica.

Ecco il tabellino della Cannone Libera Virtus, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Minervini 2, Mauriello 16, Martilotti 12, Facendola 9, Neriotti 17, Cesario 15, Angelelli, Palladino, Pisano (libero).