E’ un rullo compressore l’Audace Cerignola, che supera in rimonta 3-1 il Fasano ottenendo la sesta affermazione consecutiva: non è stato affatto semplice però contro i mai domi brindisini, che fino all’ultimo hanno tenuto aperto il match. Bitetto, nel suo abituale 4-4-2, rispolvera Cascione e Russo nel ruolo di terzini confermando nel resto gli stessi interpreti visti con l’Andria. Laterza opta per un sorprendente 3-5-2, con Montaldi-Corvino punte e Diop e Forbes esterni di centrocampo. Dopo appena tre minuti, subito grossa chance per gli ofantini: dal limite dell’area Longo calcia di sinistro, il pallone rimbalza e colpisce il legno alla sinistra di Suma negando il vantaggio. Tambureggiante l’avvio dell’Audace: in rapida successione, uno slalom di Loiodice vede la conclusione deviata in angolo; Suma blocca il fendente di Vitofrancesco. I padroni di casa gestiscono palla e manovrano, i brindisini cercano di sfruttare l’opportunità in ripartenza. Al 27′ Russo semina il panico sulla sinistra, il tiro cross è sventato in corner dal ben appostato Diop a pochi passi dalla linea di porta. Mezzora: Foggia interviene di testa su cross di Loiodice, Suma ribatte a mani aperte, a seguire è fuori misura la sforbiciata di Lattanzio. Il Fasano si fa vedere al 36′ ed è pericolosissimo: Corvino sfreccia per sessanta metri palla al piede, vanamente inseguito da Cascione, è bravissimo Abagnale in uscita a dire no all’attaccante biancazzurro. Immediata la replica dei cerignolani: Forbes intercetta la zuccata di Longo da pochi metri, al 45′ Suma si difende sulla stoccata di Loiodice. Si va negli spogliatoi sullo 0-0, in un match godibile con la leggera supremazia locale.

La ripresa si apre con una rete annullata all’Audace: il tap in di Vitofrancesco su conclusione di Longo non trattenuta da Suma avviene in offside secondo il primo assistente. A sorpresa, al 50′, il Fasano si porta in vantaggio: corner di Corvino, svetta Colombatti che fa secco Abagnale assolutamente incolpevole. Prolungata manovra gialloblu, Vitofrancesco centra per Lattanzio, la cui girata termina di un soffio alta sulla traversa. Dentro Marotta, che si fa subito notare per un angolo finito sulla testa di Foggia: Suma si allunga e evita il peggio. Continua l’assedio del Cerignola, il portiere ospite alza in corner una punizione di Loiodice, al 69′ arriva il pareggio. Al decimo corner, Abruzzese inzucca la traiettoria di Marotta, palo interno ed è 1-1. Si gioca ormai ad una porta sola: il “Monterisi” diventa una bolgia, un catino infernale che spinge i suoi beniamini; così, su un ennesimo angolo, questa volta da sinistra, Lattanzio anticipa tutti siglando il sorpasso e la tredicesima gioia in campionato. Gli uomini di Bitetto, con Esposito e Carannante al posto di un osannato Lattanzio e Amabile, sembrano gestire il risultato. Serve però un prodigioso Abagnale al 95′, sulla staffilata di Gori per conservare il 2-1, che di lì a poco si tramuta in tris grazie alla ripartenza finalizzata da Loiodice e passata per i piedi di Carannante e Esposito.

In attesa del recupero di Gelbison-Picerno, in programma il 27 marzo, il Cerignola si riporta ad una lunghezza e crede sempre più nella rimonta: la squadra è lanciatissima e sa soffrire, domenica prossima in calendario la trasferta a Gravina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUDACE CERIGNOLA-FASANO 3-1

Audace Cerignola (4-4-2): Abagnale, Cascione, Allegrini, Abruzzese, Russo, Vitofrancesco (54′ Marotta), Longo, Amabile (82′ Carannante), Loiodice, Lattanzio (82′ Esposito), Foggia. A disposizione: Cappa, Matere, Tedone, Di Cecco, De Cristofaro, Nadarevic. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Fasano (3-5-2): Suma, Colombatti, Rullo, Anglani, Forbes (80′ Zicarelli), Bernardini (90′ Lillo), Cobo Galvez (48′ Gori), Tuttisanti, Diop, Montaldi (58′ Richella), Corvino (66′ Serri). A disposizione: Guarnieri, Mambella, Scardicchio, Lanzone. Allenatore: Giuseppe Laterza.

Reti: 50′ Colombatti (F), 69′ Abruzzese, 73′ Lattanzio, 95′ Loiodice.

Ammonito: Lattanzio (AC).

Angoli: 12-3. Fuorigioco: 3-1. Recuperi: 1’pt, 5′ st.

Arbitro: Arena (Torre del Greco). Assistenti: Iocca (Isernia)-Robustelli (Albano Laziale).