Terzo successo consecutivo in casa, il secondo contro formazioni di altissima classifica: la Vini Errico La Fenice inizia a costruirsi la fama di “ammazzagrandi” al pala “Dileo”. I ragazzi di Pino Tauro costringono alla resa l’ex vicecapolista San Giustino, piegata al tie break (25-22; 19-25; 20-25; 25-19; 18-16 i parziali). I padroni di casa sono scesi in campo con: Del Vescovo in regia e Vincenzo Petruzzelli opposto; Civita e Francesco Petruzzelli laterali; Palmisano e Mancini centrali, più Dammacco libero. La fortissima motivazione dei rossoneri si esplicita già nel primo set, in cui dopo aver preso le misure agli ospiti, la Vini Errico gioca punto a punto e riesce a costruire il break proprio nel finale grazie alle offensive di Vincenzo Petruzzelli, al muro di Civita e alla schiacciata risolutrice dello stesso numero 4 ofantino.

Gli umbri reagiscono e nella seconda frazione prendono presto il largo, facendo tornare in parità il conto dei set. Più o meno identico il copione anche nel successivo periodo, con San Giustino a far leva con successo soprattutto sulla capacità realizzativa del proprio opposto Puliti. La Fenice però non si abbatte e dimostra ancora una volta la decisione dei tempi migliori, non subendo la pressione di giocare contro avversari più quotati. Nel quarto set, Tauro sostituisce il comunque positivo Civita con Di Salvo, ed è la mossa vincente: i cerignolani partono 4-0 e mantengono un margine incrementato nelle battute finali, la banda siciliana è grande protagonista e si va così al quinto parziale.

Il tie break è un concentrato di emozioni: grande equilibrio, con San Giustino che va al cambio di campo sul 6-8, poi è 9-12. Da lì in poi è un crescendo dei “diavoli rossi”, che palla dopo palla e sospinti da un palazzetto calorosissimo agganciano i rivali sul 13 pari (Di Salvo), annullano due match point e mettono la freccia sul 16-15. Alla seconda occasione utile, un muro fantastico in collaborazione Mancini-Francesco Petruzzelli chiude la contesa dopo due ore e mezza.

Ovazione dei sostenitori rossoneri per una vittoria che tiene apertissime le possibilità di salvezza per La Fenice: nel prossimo turno Del Vescovo e compagni osserveranno il turno di riposo, ma con questa mentalità battagliera, la permanenza non è un miraggio.

CLASSIFICA GIRONE E ALLA VENTESIMA GIORNATA

Gibam Fano 51; M2G Group Bari 37; Sia Pallavolo San Giustino 36; Blueitaly Pineto 35; Sampress Nova Loreto 33; Integra Edotto Foligno 32; La Nef Osimo 29; Florigel Andria 25; Sir Safety Conda Perugia 21; Bontempi Casa Netoip Ancona, Diesse Group Lucera 17; Vini Errico La Fenice Cerignola 16; Striketeam Monteluce 11.