Le migrazioni, i viaggi, gli spostamenti: da sempre le popolazioni, i gruppi di nomadi o i singoli affrontano viaggi, traversate e fughe. Ma che significa oggi il viaggio? La globalizzazione, le nuove tecnologie, i nuovi mezzi di trasporto e le disuguaglianze economiche e sociali stanno modificando radicalmente le dinamiche dei luoghi e dei popoli che li abitano. Tutto questo che impatto ha sulla cultura, sulla memoria e sull’identità di chi parte, di chi arriva e di chi resta?

Il ciclo di seminari, promosso dall’Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani (ADI) di Foggia e dal locale coordinamento provinciale di Libera Foggia all’interno del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia, ha come obiettivo quello di indagare queste tematiche coinvolgendo docenti del Dipartimento ed esperti impegnati nel terzo settore o nell’ambito delle narrazioni.

All’interno del percorso, articolato in sei incontri distribuiti tra il 28 marzo e il 17 aprile, un momento significativo sarà l’appuntamento del 1 aprile quando, posticipata di un giorno, si svolgerà la “Giornata cittadina della legalità in ricordo di Francesco Marcone e delle vittime di Capitanata”, con gli interventi di Daniela Marcone e don Luigi Ciotti. Il ciclo di seminari è stato inserito sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR come corso di formazione per docenti, le iscrizioni sono aperte fino al 27 marzo.

Il percorso verrà presentato il 28 marzo, alle 14:30, nell’Aula Magna del DISTUM in Via Arpi 176, dal Direttore del Dipartimento, prof. Pierpaolo Limone, dal referente provinciale di Libera Foggia, Sasy Spinelli, dalla coordinatrice dell’ADI Foggia, Elena Vasciarelli, e dalla coordinatrice del percorso, Dalila D’Alfonso.