Nei principali tornei di volley il calendario propone la ventunesima giornata: due formazioni cerignolane scenderanno in campo (Libera Virtus e Pallavolo Cerignola), mentre La Fenice osserverà un turno di riposo. Dopo la strepitosa affermazione su San Giustino infatti, per la Vini Errico la sosta forzata serve a preparare la volata salvezza, che si strutturerà nelle ultime cinque puntate stagionali. I ragazzi di Pino Tauro saranno alla finestra per un weekend e da martedì si concentreranno sulla dura trasferta in casa della capolista Fano, con l’ambizione di proseguire il momento felice in atto.

Nel girone D della B1, secondo viaggio consecutivo per la Cannone Libera Virtus, attesa domani (ore 18) dall’Assitec 2000 Sant’Elia. Le ragazze di Marco Breviglieri hanno all’attivo una striscia di quattro vittorie consecutive, l’ultima delle quali sabato scorso nel derby contro la Pvg Bari. Compattezza, decisione e qualità del gioco: questi i fattori indicativi della crescita del gruppo gialloblu, in piena corsa per un posto nei playoff. Una squadra dotata di alternative che non fanno rimpiangere le titolari, come si è evinto nei colpi esterni di Santa Teresa di Riva e, appunto, Bari: le assenze di Martilotti prima e di Montenegro poi sono state compensate dalle ottime prestazioni di Facendola, a dimostrazione che le scelte di mercato operate dalla dirigenza sono state mirate ed efficaci. Sant’Elia occupa l’ottava posizione in classifica con 21 punti ed un bilancio di sette vittorie e dieci sconfitte: le laziali non rischiano di venire risucchiate nella zona calda, ma comunque sono sempre temibili fra le mura amiche, in un pala “Iaquaniello” molto appassionato e bollente. L’Assitec ha ceduto ad Aprilia nello scorso turno dopo tre successi consecutivi: il team di D’Amico cercherà di conseguire un risultato prestigioso e si affiderà alle migliori giocatrici Botarelli e Murri. Le virtussine, invece, attraverso la maturità acquisita in queste settimane provano a mettere nel mirino la cinquina, in un match comunque ostico.

Non c’è via di scampo per la Brio Lingerie Pallavolo Cerignola: nel confronto interno contro la Sisuperstore Prical Recanati (domani, ore 18), è obbligatorio ottenere il bottino pieno o, alla meno peggio, la vittoria anche al tie break per alimentare le possibilità di venir fuori dalle paludi della graduatoria. Si tratta a tutti gli effetti di uno scontro diretto, con le ofantine ultime a 14 punti e le marchigiane poco più su a quota 16. Il sestetto guidato da Michele Drago, con il 3-1 subito per mano di Noci, ha conosciuto la sesta sconfitta di fila e un solo punticino racimolato. Non è bastata la reazione nel secondo set nella trasferta barese per rimettere in sesto la partita, con le fucsia ad evidenziare limiti di tenuta mentale che devono essere risolti quanto prima per non vedere svanire il posto in quarta serie. Una affermazione rappresenterebbe una potenziale svolta, e quale migliore occasione davanti al proprio pubblico e su una diretta concorrente. Anche per Recanati c’è voglia di rivalsa, dopo il netto ko di Offida e più in generale, con la vittoria che manca dalla 15^ giornata. In una gara in cui sulla carta la paura di perdere potrà farla da padrone, avrà ragione chi sbaglierà meno e sarà più focalizzato sull’obiettivo. Il pala “Dileo” è pronto a fare il suo dovere, incitando le atlete della Pallavolo Cerignola a caccia di una permanenza che deve essere rincorsa fino all’ultimo.