Libera Virtus Cerignola

Arriva una sconfitta per la Cannone Libera Virtus, che termina così la serie utile di quattro vittorie consecutive, lasciando l’intera posta in palio all’Assitec 2000 Sant’Elia (25-18; 22-25; 25-20; 25-21 i parziali). Non è stata la solita prestazione per le ofantine: un po’ imprecise e insicure, e anche un po’ sfortunate con il lieve infortunio occorso ad Angelelli. Coach Breviglieri torna a disporre del 6+1 tipo: Minervini in regia e Mauriello opposto; Martilotti e Montenegro di banda; Neriotti e Cesario centrali, più Pisano libero. D’Amico risponde con: Gatto alzatrice e Botarelli sulla diagonale; D’Arco e Giglio martelli; Murri e Afeltra sottorete e Krasteva in difesa. Le fasi di studio si interrompono sul 5-7 per la Libera Virtus, subito agganciata e superata (9-8), con Botarelli che mette giù il break per le padrone di casa, più attente a muro. Con lo stesso fondamentale Martilotti si iscrive nel tabellino per il 12 pari, Botarelli costringe alla sospensione Breviglieri, col tabellone sul 15-12. Dentro Facendola per Martilotti, viste le difficoltà in ricezione accusate dalle ofantine: la subentrata Miceli dai nove metri realizza due aces, l’Assitec allunga (19-15). Giglio fa bene in prima linea, le laziali si aggiudicano il primo set su una Cannone piuttosto opaca.

C’è Angelelli al palleggio in avvio di seconda frazione: Mauriello firma un ace che vale il 3-5 ma Botarelli in diagonale sorpassa (8-7). Ancora sbavature in ricezione, Murri ne approfitta (10-8) e Cerignola che si innervosisce, stante i problemi nel risolvere a suo favore gli scambi: ciononostante le gialloblu tornano sotto, riallontanandosi poco dopo concedendo troppo (14-11). Il duo Cesario-Martilotti aggancia a 14, Sant’Elia si deconcentra ed è anch’essa in vena di regali: parziale da continua altalena, le ospiti ripassano avanti sospinte da Martilotti (16-18), Cesario mette le mani per il 19-22. Facendola regala due palle set, l’attacco fuori misura di Botarelli fa invertire il campo.

Leggero incidente (taglio ad una mano) per Angelelli nelle primissime battute del terzo periodo e gioco sospeso per diversi minuti: le virtussine accusano un po’ il colpo (7-4), con l’Assitec a condurre mentre la Cannone prova ad accorciare (Martilotti, 11-10). Il capitano è un fiume in piena, seguita da Montenegro: troppe pause però causano il 15-12; doppio ace Minervini per il pari 15, poi nuovo blackout (21-15) con i muri vincenti delle santeliane e gli attacchi di Giglio. Le locali così si riportano in vantaggio con un muro arrivato dal centro.

Sul 4-1 frusinate in partenza del quarto set, Breviglieri stoppa tutto alla ricerca del reset, senza esito: 7-2 di D’Arco, poi Murri da posto 3. Nonostante gli ingressi di Facendola e Giancane rispettivamente per Montenegro e Neriotti, la Libera Virtus non torna in carreggiata (11-3): le bande di Sant’Elia trovano varchi, Mauriello tiene vive le compagne (15-10); sul 20-13 le cerignolane provano a rientrare, producendosi in un sostanzioso ma tardivo recupero che si ferma sul 23-21. E’ Murri in fast a confezionare il successo laziale, per un sestetto che sicuramente ha sbagliato meno rispetto alle avversarie.

La battuta d’arresto costituisce una occasione mancata per limare il divario dalla concorrenti in zona playoff, tenuto conto del riposo di Arzano e lo stop della Fiamma Torrese per mano della capolista Aprilia. Proprio la formazione di Torre Annunziata sarà di scena domenica prossima al pala “Dileo”, in una accesissima sfida per i piani alti della classifica.

Ecco il tabellino della Cannone Libera Virtus, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Minervini 2, Mauriello 11, Martilotti 16, Montenegro 8, Neriotti 2, Cesario 9, Facendola 1, Angelelli 1, Giancane 2, Pisano (libero).

CLASSIFICA GIRONE D ALLA VENTUNESIMA GIORNATA

Giòvolley Aprilia 43; Cmo Fiamma Torrese 37; Luvo Barattoli Arzano 34; Cannone Libera Virtus Cerignola 32; Crai Radenza Modica 30; Europea 92 Isernia 28; Assitec 2000 Sant’Elia 24; Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma, Santa Teresa di Riva 23; Ferraro Lamezia 17; Expert Volley Palmi 14; Pvg Bari 13.