Hanno prima immobilizzato e picchiato il guardiano procurandogli una ferita giudicata guaribile in 15 giorni, poi hanno rubato dal Consorzio di Bonifica di Capitanata nove veicoli, tra auto e mezzi pesanti. È accaduto la notte scorsa in località ‘Montagna Spaccata’ nelle campagne di Cerignola, nel Foggiano. Tre mezzi – un’autovettura, un furgone e un Euro cargo – sono stati recuperati stamani in un casolare abbandonato nelle campagne di Cerignola durante una battuta dei Cacciatori di Puglia dell’Arma dei Carabinieri. Gli investigatori già nella notte avevano chiuso le strage di accesso a Cerignola per bloccare la fuga dei malviventi.

Stando a quanto si è finora appreso, verso la mezzanotte otto-nove persone incappucciate, di cui tre armate con fucili, hanno fatto irruzione nel deposito. I banditi – a detta della vittima – avevano un marcato accento locale. Dopo aver sottratto il cellulare al custode e dopo averlo immobilizzato, colpendolo anche con un pugno in pieno volto, hanno rubato dal capannone sei tra autovetture e furgoncini, un camion Euro cargo e un escavatore. Il dipendente del consorzio di Bonifica è riuscito a dare l’allarme ai carabinieri solo un’ora più tardi. La zona non è servita da telecamere di sicurezza e a bordo dei veicoli non è presente il sistema satellitare GPS. Su alcuni mezzi di colore bianco – fanno sapere le forze dell’ordine – è presente la scritta in verde ‘Consorzio di Bonifica di Capitanata’. (lagazzettadelmezzogiorno.it)

Questo slideshow richiede JavaScript.