foto Gennaro Balzano

La prima vittoria esterna della stagione arriva nel momento più opportuno per la Vini Errico La Fenice, che espugna 0-3 Osimo (20-25; 19-25; 23-25 i parziali): gli ofantini restano in corsa per la salvezza a due giornate dal termine del campionato. Coach Pino Tauro manda in campo la migliore formazione, composta da: Del Vescovo in regia e Vincenzo Petruzzelli opposto; Civita e Francesco Petruzzelli laterali; Mancini e Palmisano centrali, più Dammacco libero. La sfida rappresentava tutto per i “diavoli rossi”, decisamente meno per i padroni di casa, senza stimoli e ormai salvi già da tempo. La Vini Errico però non commette l’errore di adagiarsi sulla condotta dell’avversario ed attacca fin da subito, prendendo in mano le redini del gioco: a metà primo set, Vincenzo Petruzzelli deve abbandonare il match per una leggera botta, rilevato da Corrieri. Nessun problema però per gli ospiti, che si aggiudicano in scioltezza la frazione.

Al rientro in campo, la mentalità coriacea di Mancini e compagni non cambia: prosegue il dominio cerignolano, anche e soprattutto grazie alle sortite in prima linea di Civita, il migliore in campo fra i rossoneri. Osimo prova a reagire ma l’attenta difesa guidata da Dammacco non concede nulla, così si arriva al secondo cambio di campo.

Il terzo periodo è il più equilibrato della partita: i marchigiani cercano in tutti i modi di restare a contatto nel tentativo di riaprire i giochi e La Fenice soffre, impedendo tuttavia a La Nef di allungare il passo. La svolta arriva sul 14-16, con i ragazzi di Tauro a difendere il break costruito servendosi di un Corrieri in ottima forma e degli errori di mira degli anconetani. Punteggio che si dilata sul 16-20 e si mantiene sul 18-22, Cerignola conserva i nervi saldi nonostante l’ultimo tentativo locale di rientro: un servizio out di Osimo consegna tre punti preziosissimi.

Vini Errico ancora in ballo e tenacemente aggrappata alla speranza di permanenza: in attesa del risultato della concorrente Lucera, non si alza bandiera bianca in un finale di stagione palpitante. Al ritorno in campo dopo le festività pasquali, per La Fenice l’impegno casalingo nel derby con la Florigel Andria.