Audace Cerignola

Turno infrasettimanale prepasquale per l’Audace Cerignola, impegnato nell’ultima trasferta campana in casa del già retrocesso Granata. Nella 32^ giornata che potrebbe assegnare la promozione aritmetica in serie C del Picerno, il compito degli ofantini è portare a casa la vittoria per puntellare ulteriormente il secondo posto, data la sfida della concorrente Taranto proprio contro i lucani. Domenica con il Nardò, la solita versione casalinga della formazione allenata da Dino Bitetto: attenta, quadrata e che ha lasciato le briciole agli avversari. La doppia “L”, rappresentato dal duo Loiodice-Lattanzio (rispettivamente saliti a quota 13 e 16 nella classifica cannonieri) ha trascinato i gialloblu al successo, stabilendo la ripartenza dopo il pareggio di Valle della Lucania. Con tre gare ancora da disputare, il Cerignola ha già eguagliato il numero di punti ottenuti nel girone d’andata (34) e la proiezione potrebbe portare al totale di 43. Un bottino che in condizioni normali avrebbe assicurato posizioni di primato, invece l’Audace ha dovuto fare i conti con un Picerno irresistibile e dal passo stratosferico, al quale manca solo una lunghezza per l’approdo fra i professionisti.

Il match di domani probabilmente servirà a dare l’opportunità di qualche cambio fra i titolari, sia per la bassa difficoltà dell’incontro, sia per preservare dalla squalifica i diffidati in attacco: Loiodice, Marotta, Foggia e Lattanzio sono ciascuno a rischio stop e le scelte di Bitetto in vista del Picerno potrebbero essere influenzate da tale fattore. L’unico vero pericolo da aggirare è la mancanza di concentrazione, poiché prendere con troppa sufficienza l’impegno si rivelerebbe un boomerang.

Stagione decisamente nefasta per il Granata, retrocesso ufficialmente da qualche settimana in Eccellenza in un torneo condotto per l’intera durata nelle retrovie. Solo 12 i punti raggranellati, appena tre vittorie, difesa più battuta e secondo attacco peggiore del girone. I campani sono reduci dalla scoppola di Taranto (7-0), prima imbarcata netta dopo partite lasciate dignitosamente e di misura ai rivali di turno, basti pensare ai ko interni per 1-2 ad opera del Picerno e del Bitonto del recente passato. La compagine di Maschio sarà infarcita di giovani, i quali comunque vorranno ben figurare di fronte all’attuale seconda in classifica.

Calcio d’inizio al “Vallefuoco” di Mugnano alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Cannata, della sezione di Faenza.