Fare trading online, ovvero sfruttare le opportunità fornite dalle normali oscillazioni dei mercati finanziari, è compito tutt’altro che semplice. Bisogna infatti tenere conto delle quotazioni in borsa, degli indici forex e commodity, e soprattutto bisogna tenere conto della piattaforma che si intende usare. Opzionifinanza.it intende fornire gli strumenti necessari ad approcciarsi a questa realtà e ad iniziare un’attività di trading che sia realmente remunerativa.

Il primo step per iniziare dunque ad investire nel trading online, è capire in cosa realmente consista il trading. La pratica guida al trading online di OsservatorioFinanza.it fornisce a tutti gli strumenti necessari per poter scegliere autonomamente il broker di fiducia, tenendo conto di tutti i fattori fondamentali. Se siete interessati alle opportunità che questo nuovo settore lavorativo vi offre, è necessario partire dalle basi.

Cos’è il trading online e come funziona?

Il trading, dall’inglese commercio, consiste nell’investimento di capitale su determinate azioni che vengono acquistate per poi essere rivendute una volta aumentatone il prezzo. Fare trading online, quindi, comporta il rischio di perdere soldi a causa di investimenti sbagliati su azioni il cui prezzo, piuttosto che levitare, tende a diminuire. Questo è quello che succede al parco buoi, espressione che nell’ambiente indica l’insieme dei trader che investe ripetutamente in operazioni senza senso.

Ovviamente per investire nel trading online non sono necessario investire ingenti somme di denaro, ma è possibile investire anche partendo da un capitale esiguo. La possibilità di partire anche da capitali esigui è garantita dai broker, ovvero da intermediari finanziari che attraverso lo strumento fondamentale della leva permettono a chiunque di mettersi alla prova in questo nuovo settore. In definitiva ciò che determina il successo nelle operazioni di trading è lo studio delle variabili, la capacità di padroneggiare gli strumenti giusti e ultimo non per importanza la scelta della giusta piattaforma.

Proprio il broker, infatti, specialmente se siete alle prime armi, sarà il primo e più importante interlocutore e elargitore di informazioni che vi aiuterà nel vostro trading. Le piattaforme affidabili, infatti, vi garantiscono un servizio assistenza clienti madrelingua 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre sul sito del broker troverete una serie di materiali gratuiti, e-book, audio guide e video lezioni per poter accrescere le vostre conoscenze su psicologia di marketing, tendenze di mercato e principali leggi economiche.

Come si sceglie una piattaforma di trading online?

Spesso le differenze tra i trader che guadagnano e quelli che devono affrontare delle perdite, sta proprio nella scelta della piattaforma. Questa infatti deve garantire massima affidabilità, onestà e sicurezza. Il primo criterio da valutare è dunque il possesso della licenza Cysec che attesti la totale sicurezza della piattaforma, dopodiché si deve verificare l’eventuale presenza di commissioni. Le migliori piattaforme sono difatti quelle che sono gratuite, non hanno costi fissi e, soprattutto, non hanno commissioni sull’eseguito, la sanguisuga in grado di far perdere completamente eventuali profitti.

Altri criteri da tenere in considerazione sono il deposito iniziale richiesto, l’offerta di corsi e materiale didattico fornito e la disponibilità di una piattaforma demo gratuita e senza vincoli. In particolare il servizio del conto demo è fondamentale per i trader principianti perché permette di simulare i normali processi di trading utilizzando esclusivamente denaro virtuale, potendo così esercitarsi senza il rischio di perdere capitale.

Tenendo conto di questi criteri, sicuramente IqOption e 24Option sono le piattaforme che offrono le maggiori garanzie, e quindi sono sicuramente la scelta giusta per chi volesse approcciarsi al vasto e complicato mondo del trading online. Da tenere in conto sono anche e soprattutto le opinioni degli utenti sul web: il settore del trading online, infatti, è soggetto ad un’evoluzione talmente rapida che non sempre le autorità competenti riescono ad arginare efficientemente le truffe o le falle di sistema. È per questo che la comunità di utenti, attraverso le loro recensioni e le loro esperienze dirette ovviano grandemente al problema.