Dimezzate le file agli sportelli per chi deve richiedere la carta d’identità elettronica o l’estratto del certificato di stato civile. E’ il principale risultato ottenuto dalla riorganizzazione dei Servizi Demografici elaborata dal vice sindaco Rino Pezzano, titolare della delega dallo scorso agosto, e attuata per il tramite dello Sportello informativo e di orientamento, gestito da Informa Scarl e inserito nell’open space dello Sportello Welfare.

La positiva performance emerge dal report delle attività svolte nel periodo settembre-dicembre 2018, durante il quale sono stati registrati 6.975 accessi all’URP-Servizi Demografici e sono state acquisite ed evase 5.685 richieste avanzate dall’utenza, materialmente e on line; con una media di 20 utenti serviti per ora di lavoro. Poco meno della metà dell’attività degli operatori si è concentrata sulle carte d’identità elettroniche (2.566 pratiche), a seguire gli estratti dei certificati di stato civile (1.730) e i certificati e/o i cambi di residenza e abitazione (1.186).

“Il miglioramento della performance dell’ufficio, rispetto al passato è netto ed è riconducibile, essenzialmente, all’introduzione della prenotazione on line della carta d’identità elettronica”, spiega il vice sindaco Pezzano. In precedenza, si recavano in Comune tanto gli utenti che dovevano fare richiesta che quelli che dovevano ritirare la CIE, “raddoppiando i tempi d’attesa dei cittadini e raddoppiando i tempi di lavorazione delle pratiche. Con l’introduzione della prenotazione on line -sottolinea Pezzano- gli utenti hanno bisogno di venire in Comune una sola volta e i tempi d’attesa sono stati ridotti grazie all’incremento delle attività nel back office”.

“La collaborazione tra il personale del Comune e gli operatori dell’URP, inoltre, ha rigenerato complessivamente i Servizi Demografici a vantaggio dell’efficacia del servizio offerto agli utenti, manifestatasi nella più efficiente ricerca di soluzioni ai problemi posti quotidianamente. Decisamente migliorati anche l’ascolto e l’accoglienza dei cittadini, che continueranno a migliorare con la trasformazione in prassi organizzative dei suggerimenti provenienti dagli utenti stessi. Il bilancio dei primi 4 mesi di attività è decisamente positivo -conclude il vice sindaco Rino Pezzano- e dimostra come e quanto sia possibile migliorare la qualità della relazione tra burocrazia comunale e cittadinanza applicando innovazione e buon senso”.