Audace Cerignola

Di nuovo in campo il girone H di serie D, che ultimerà la regular season nelle prossime due settimane: domani, al “Monterisi”, la grande sfida fra Audace Cerignola e Picerno. I ragazzi di Dino Bitetto sono reduci dal deludentissimo pareggio esterno con il già retrocesso Granata nel turno infrasettimanale di giovedì 18 aprile: un 1-1 arrivato in rimonta e che ha impedito di compiere un passo forse quasi decisivo per l’acquisizione del secondo posto in classifica. Il risultato di Mugnano ha fatto molto rumore, sia perché arrivato con la formazione fanalino di coda, sia per l’incapacità di dare continuità all’importante rendimento casalingo degli ofantini. La società e i tifosi si sono fatti sentire, questi ultimi in maniera molto pacifica e matura: c’è stato un confronto tra una rappresentanza degli ultras e una delegazione di calciatori, in cui i secondi hanno chiesto scusa per l’inaspettato passo falso, promettendo il massimo impegno per il big match e playoff compresi, il cui obiettivo è vincerli. Da molti, specie fra i sostenitori, il confronto era stato cerchiato sul calendario come snodo decisivo per le sorti del campionato: non sarà così, purtuttavia forti motivazioni per i gialloblu non mancano e la partita resta assolutamente comunque intrigante.

Per l’orgoglio, per la maglia e per dimostrare ai freschi neopromossi che il Cerignola non è da meno in quanto a qualità e capacità: questi gli ingredienti da mettere nella contesa, per riscattare anche i due negativi precedenti stagionali, con i lucani vittoriosi nei sedicesimi di coppa Italia e all’andata. Saranno assenti per squalifica Foggia e Marotta, quindi scelte praticamente obbligate in avanti per Bitetto, il quale può contare solo su Loiodice e Lattanzio in prima linea: Audace probabilmente col 4-4-2 e mediana composta da Vitofrancesco, Longo, Amabile e Alessio Esposito.

Il discusso 0-0 del turno prepasquale con il Taranto ha certificato la promozione in serie C dell’undici allenato da Domenico Giacomarro: un trionfo naturale conseguenza di una stagione meravigliosa e straordinaria, riassunta eloquentemente dai numeri. Sono 78 i punti in graduatoria, con un bilancio complessivo di ventiquattro vittorie, sei pareggi ed appena due sconfitte; miglior attacco e difesa meno battuta del raggruppamento. I rossoblu sono in serie utile da ventisei gare e non conoscono una battuta d’arresto dalla sesta giornata. Il 3-5-2 schierato dal mister siculo si è contraddistinto per una estrema concretezza, un gioco veloce e spigliato, esibendo anche elementi quali Kosovan e Langone, fra gli indiscussi protagonisti della cavalcata vincente. Una compagine che vede il trio di punte Santaniello-Emmanuele Esposito-Tedesco come migliori realizzatori, non disdegnando però anche l’apporto in zona gol di centrocampisti e difensori. Difficilmente il Picerno arriverà sul Tavoliere in gita di piacere, i melandrini vorranno arrotondare la corposissima media punti (2.43 attuale) e allungare la striscia positiva: di sicuro, non mancherà lo spettacolo.

Nel precedente della scorsa stagione, terminò a reti inviolate nell’ultima di andata. Calcio d’inizio alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Piazzini, della sezione di Prato.