cerignola

E’ morto il 25enne Donato Monopoli, il cerignolano picchiato ad ottobre scorso all’interno del locale di Foggia “Le Stelle” in via Trinitapoli. Il giovane, dopo il pestaggio, fu posto in coma farmacologico presso Casa Sollievo della Sofferenza. Grave emorragia alla testa la diagnosi dei sanitari, che eseguirono anche un delicatissimo intervento.

Il GIP del tribunale di Foggia dispose gli arresti domiciliari per Francesco Stallone e Michele Verderosa, rispettivamente di 24 e 25 anni; per i due foggiani l’accusa di lesioni per aver aggredito Donato Monopoli nella notte tra venerdì 5 e sabato 6 di ottobre scorso.

«Dopo sette mesi di straziante stato comatoso – ha scritto Franco Metta sui social – è deceduto il giovane Donato Monopoli. Vittima di una brutale aggressione. Sono addolorato. Esprimo alla famiglia il cordoglio e la partecipazione al lutto da parte di tutta la Comunità Cittadina. Davanti a tanto dolore le parole servono a poco. Invochiamo l’opera consolatrice della Mamma Nostra di Ripalta».

«Tutta la società si stringe al dolore che ha colpito la famiglia Monopoli per la perdita del caro Donato – si legge sulla fanpage dell’ADS Uniti per Cerignola -. Una notizia che non avremmo mai voluto avere, un ragazzo d’oro, solare, divertente, che tutta Cerignola conosceva, un ragazzo d’esempio per tanti giovani che si affacciano al mondo del calcio. Oggi siamo qui a scrivere queste quattro righe con tanto dolore e angoscia nei nostri cuori, una notizia che scuote tutta Cerignola. Amico nostro… che la terra ti sia lieve. Corri più forte, dribbla ancora una volta e fai il goal più bello da lassù. R.I.P.».