Di seguito viene pubblicata una breve guida per risolvere i problemi più comuni con la riscossione delle vincite in un casinò online. Può infatti capitare che un utente, soprattutto se appena iscritto, riscontri problemi nella riscossione nelle vincite, ma nella maggior parte dei casi basta leggere con attenzione il regolamento per risolvere in pochi passaggi.

Perché non riesco a riscuotere i premi conquistati?

A cosa può essere dovuta l’impossibilità di riscuotere una vincita appena conquistata? Le cause principali possono essere tre e, di seguito, verrà data una descrizione completa delle possibili soluzioni.

Stai giocando su un casinò online non autorizzato

La prima causa di mancati pagamenti dei premi conquistati online è, purtroppo, anche quella più complessa da risolvere. Se non hai prestato la giusta attenzione durante la scelta del portale di gambling sul quale giocare, purtroppo potresti esserti imbattuto in un casinò online non autorizzato, che opera al di fuori della legalità. Oltre a non offrire alcuna garanzia circa l’equità dei giochi e la sicurezza dei dati personali degli iscritti, questi portali non di rado mettono in atto vere e proprie truffe, non accreditando sul saldo dei giocatori le somme vinte o rendendo particolarmente macchinosi i metodi di riscossione.

In questi casi, oltre a segnalare l’accaduto all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e alle altre autorità competenti, sfortunatamente non è possibile adottare altre soluzioni che assicurino la regolare consegna di quanto vinto. Il consiglio è quello di prestare la massima attenzione nella scelta del casinò online al quale registrarsi, verificando sempre che esso risulti regolarmente autorizzato dall’ADM. I portali di gambling autorizzati devono rispettare requisiti molto rigidi in termini di trasparenza e rispetto dei diritti degli utenti, ragion per cui optare per questi siti rappresenta sempre la scelta più sicura e conveniente.

In più, ricorda che puoi sempre segnalare portali che adottano politiche poco trasparenti o truffaldine visitando il portale dell’ADM (https://www.adm.gov.it/portale/lagenzia/monopoli-comunica/contrasto-illegalita).

Non hai convalidato il tuo conto gioco

L’altro motivo per cui potresti trovarti impossibilitato nella riscossione dei tuoi premi riguarda la mancata attivazione del conto gioco. La registrazione di un account su un casinò online autorizzato dall’ADM comporta sempre l’apertura di un conto gioco intestato all’utente. Il conto gioco è uno strumento nato per prevenire fenomeni di riciclaggio e possibili truffe a danno dei gestori, semplicemente attraverso un monitoraggio automatico dei movimenti realizzati dagli utenti.

In genere, entro 30 giorni dall’apertura del conto gioco, l’utente è tenuto alla sua verifica attraverso l’invio di un documento di identità valido. Questo passaggio serve sia per impedire l’accesso al gioco ai minori, sia per evitare che uno stesso soggetto possa intestarsi più utenze e conti gioco.

Nella maggior parte dei casinò, non è possibile riscuotere alcun premio senza prima aver completato l’attivazione del conto gioco. Per questa ragione, in caso di problemi con il prelievo delle tue vincite, ricordati sempre di verificare l’attivazione del conto gioco: in caso avessi trascurato questo passaggio, ti basterà procedere con l’invio della scansione fronte-retro di un documento di identità per poter finalmente riscuotere quanto dovuto.

Il tuo saldo è in attivo solo grazie ad un bonus

Di norma, gli importi ricevuti attraverso bonus di benvenuto o altre promozioni proposte dai casinò online non possono essere riscossi, ma solo utilizzati per giocare (chiaramente sperando di conquistare così premi reali). Se non riesci a riscuotere la somma desiderata, utilizza le funzioni offerte dal casinò online sul quale sei registrato per analizzare il tuo saldo: parte dell’attivo riportato potrebbe essere rappresentato da un bonus non incassabile.

Tieni a mente che un discorso simile vale per le somme depositate: non è possibile prelevare quanto ricaricato sul conto, se non quando si decide di chiudere il conto gioco.

Come si riscuotono i premi dei casinò virtuali?

In quali fasi si articola la vittoria e la riscossione di un premio in un casinò online? Scopriamolo insieme. Come accennato, le operazioni preliminari per accedere a roulette, slot machine, tornei di poker e altri casinò game online consistono nella scelta di una piattaforma certificata ADM, nella registrazione di un’utenza e nell’apertura (e verifica) del relativo conto gioco. In genere, al termine della registrazione è possibile usufruire di un primo bonus, quello di benvenuto, al quale poi (a seconda del casinò) se ne possono aggiungere altri.

Poniamo il caso di partire da un saldo iniziale di 100 euro, a cui si aggiungono bonus per un totale di ulteriori 30 euro. Scegliamo di iniziare a giocare con una semplice slot online (ad esempio questa https://www.snai.it/casino/age-of-the-godstm-king-of-olympus). Dopo una serie di giri poco fortunati il nostro saldo scende a 115 euro, poi, però, sui rulli compaiono i simboli che attivano una delle funzioni bonus, quella dei giri gratuiti: grazie ai free spin riusciamo ad aggiudicarci un premio complessivo pari a 60 euro. Soddisfatti della nostra vincita interrompiamo quindi il gioco.

A questo punto, possiamo scegliere di prelevare subito la nostra vincita, utilizzando lo stesso metodo di pagamento impiegato per versare il deposito. Il saldo attuale equivale a 175 euro, ma attenzione: di questi, 115 rappresentano il residuo del deposito iniziale più l’importo dei bonus; la somma disponibile per il prelievo è solo quella appena vinta, equivalente a 60 euro.

Gli strumenti di riscossione principali

Quali sono i metodi di pagamento e di riscossione accettati dai casinò online e, soprattutto, alcuni convengono più di altri? In genere, i casinò non applicano commissioni per il ritiro delle somme vinte. Tuttavia, prima di cominciare a giocare è sempre opportuno consultare la sezione del sito relativa ai “termini e condizioni”, così da evitare qualunque brutta sorpresa.

Nella maggior parte dei casi, i gestori applicano dei limiti minimi e massimi per quanto riguarda le somme prelevabili. In altri, i prelievi risultano del tutto gratuiti, ma solo entro un certo numero di riscossioni al giorno o a settimana. Il consiglio è quello di verificare sempre i limiti minimi e massimi previsti dai vari sistemi di pagamento e mantenere basso il numero dei prelievi settimanali.

I sistemi di pagamento più diffusi sono:

  • Carta pregata e ricaricabile (ad esempio Postepay)
  • Carta di credito
  • Servizi di trasferimento di denaro (ad esempio PayPal o Skrill)
  • Bonifico bancario
  • Bonifico postale
  • Voucher