Duro colpo dei Carabinieri di Cerignola ai clan mafiosi di Trinitapoli dopo l'omicidio di De Rosa

Continuano serrati a Trinitapoli i servizi straordinari di controllo sul territorio disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Foggia. Nei giorni scorsi i militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto per inosservanza degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale di P.S. CAPUANO ANTONIO, cerignolano, cl. ’68, noto pregiudicato. L’arrestato, sottoposto all’obbligo di soggiorno nel Comune di Cerignola, è stato notato dai Carabinieri nel centro abitato di Trinitapoli alla guida di un’autovettura. Il CAPUANO è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri hanno poi eseguito nei confronti di MICCOLI RUGGIERO, censurato del posto, cl. ’77, una misura cautelare in carcere emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Foggia, in sostituzione della misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, a cui si trovava sottoposto per il reato di ricettazione. Tale provvedimento è scaturito da numerose violazioni alle prescrizioni, accertate e segnalate dai militari nel corso dei controlli. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Foggia.