Terzo ed ultimo incontro con l’autore previsto dall’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo” di Cerignola, diretto dalla dott.ssa Maria Racanelli. Il 29 maggio alle ore 10:00 nell’auditorium “Paolillo” avrà luogo l’evento “La transumanza: storie di vita e di amicizia”, dove i docenti dell’istituto e gli alunni delle classi terze della scuola secondaria incontreranno Antonio e Giuseppe Campana, eredi di Nestore Campana, autore de “Il diario del pastore Nestore”, a cura di Silvia Ponti, edizioni Textus. L’incontro con l’autore s’inserisce all’interno del percorso tematico del curricolo dell’identità dell’Istituto previsto per le classi terze della scuola media: “Percorsi da rivalutare: la transumanza”.

Il diario del pastore Nestore attraversa un secolo di storia, il XX secolo, attraversa due guerre come i pastori attraversavano periodicamente le terre di Abruzzo e di Puglia. Lungo la macrostoria del Novecento e la microstoria locale s’intrecciano storie di vita e di amicizia tra due popoli, di cui Nestore rimane una delle testimonianze più autentiche di quel mondo agricolo-pastorale carico di valori umani, etici e culturali orami scomparso.

La Transumanza, antichissima pratica di allevamento preservata dalle comunità dei territori rurali, nel 2018 è stata candidata a diventare patrimonio culturale immateriale dell’umanità Unesco, richiesta avviata ufficialmente dall’Italia, Paese capofila della proposta insieme alla Grecia ed all’Austria, ed è stato formalmente avviato il processo di valutazione internazionale la cui decisione da parte del Comitato di governo dell’Unesco si conoscerà nel novembre 2019. L’Istituto “Carducci-Paolillo”, da anni in prima linea con il “Progetto lettura”, organizza incontri con l’autore perché promuovere l’amore per la lettura significa appassionare gli studenti e svincolarli dall’idea della lettura come dovere scolastico.

La promozione della lettura attraverso attività legate al territorio nasce dal bisogno emergente negli individui di riappropriarsi delle proprie radici locali rispetto ad una società globalizzata che, in un’ottica di relazioni ormai di livello planetario, tende ad annullarle, assimilando e uniformando consumi, abitudini e stili di vita, che si riassume nel termine glocalizzazione.