Un grande concerto, con un artista di rilevanza internazionale: è ciò che sarà in programma mercoledì 12 giugno al “Safarà” di Piazza Matteotti a Cerignola, quando Fabio Treves e la sua Blues Band si esibiranno a partire dalle ore 22. Il musicista festeggia i suoi 70 anni di una vita dedicata al Blues con un tour che farà tappa anche nella città ofantina.

L’avventura della Treves Blues Band nasce infatti nel 1974 quando un giovane armonicista di Lambrate decide di partire con una missione impossibile: divulgare i valori del Blues, la sua storia e i suoi grandi interpreti. L’armonicista in questione è Fabio Treves, da qui in poi ribattezzato il “Puma di Lambrate”, che con la sua band ha viaggiato in lungo e in largo per l’Italia e per il mondo e ha tenuto alta la bandiera del Blues italiano. I suoi concerti sono un viaggio nella storia di questa musica, dai primi canti di lavoro a quello arcaico e campagnolo, dal blues elettrico di Chicago a quello più moderno. Rassegne estive, blues festival, locali, scuole, università, radio, televisioni, tanti e diversi tra di loro sono i luoghi che hanno ospitato la TBB, la prima band italiana a proporre un genere musicale che sembrava avere radici tanto lontane ma che era capace di coinvolgere tanto pubblico.

Fabio Treves ha al suo attivo numerose collaborazioni con vere e proprie leggende del blues con cui ha suonato nel corso della sua carriera, come Sunnyland Slim, Johnny Shines, Homesick James, Billy Branch, Dave Kelly, Paul Jones, Alexis Korner, Bob Margolin, Sam Lay, David Bromberg, Eddie Boyd e Mike Bloomfield. Ha ospitato nei suoi dischi e suonato dal vivo con Roy Rogers, Chuck Leavell, Willy DeVille, John Popper, Linda Gail Lewis, Warren Haynes ed è l’unico artista italiano ad aver suonato sul palco con il grande genio Frank Zappa. Il Puma ha prestato la sua armonica anche a molti artisti italiani, suonando nei loro dischi. Ne citiamo alcuni: Branduardi, Bertoli, Elio e le Storie tese, Finardi, Graziani, Shapiro, Baccini, Giorgio Conte, Ferradini, Cocciante ed altri ancora.

Nel 2011 Treves ha realizzato il suo progetto di un nuovo spettacolo musicale “Blues in Teatro”: un passo in avanti verso la diffusione popolare della musica origine, una scommessa vinta alla grande e un tour indimenticabile che ha portato nei teatri di tutta Italia quasi 4000 persone, cosa mai successa a una blues band prima della felice intuizione del Puma di Lambrate. E da questo fortunato tour e dalle registrazioni dei concerti è nato un cd live della TBB, dall’omonimo titolo “Blues in Teatro”, pubblicato nel giugno 2011.

Nel 2014 la TBB ha festeggiato i suoi 40 anni con un tour teatrale di grande successo che ha inanellato una serie di entusiastici sold out. Il concerto conclusivo di questo storico “Tour dei 40 anni” si è tenuto all’Auditorium di Milano davanti ad oltre 1000 spettatori, un vero evento musicale impreziosito dalla partecipazione di musicisti amici del Puma, come Eugenio Finardi, Stef Burns, i musicisti di Elio e le Storie Tese, Paola Folli, che hanno voluto festeggiare con lui questo storico traguardo di fronte ad un pubblico di fans in delirio.

Il 7 dicembre 2014 a Fabio Treves è stato conferito l’Ambrogino d’Oro, importante onorificenza del Comune di Milano, con questa motivazione: “Musicista di fama internazionale e principale interprete di musica blues in Italia, Fabio Treves ha dato un apporto insostituibile alla diffusione e alla conoscenza di questo genere tra generazioni di milanesi. Artista rigoroso e profondo conoscitore della cultura e della tradizione musicale nordamericana ha contribuito a portare la scena di Milano ai massimi livelli internazionali grazie alla sua produzione discografica, alla collaborazione con alcuni dei più importanti musicisti italiani e stranieri e alla instancabile attività dal vivo della sua Treves Blues Band…È considerato il padre del blues italiano, e le sue radici di artista affondano così profondamente nel cuore della sua Milano da meritargli il soprannome con cui è conosciuto: il Puma di Lambrate”.

La sua foto è stata inserita dalla rivista “Rolling Stones” nel numero di febbraio 2015 intitolato “Le 100 facce della musica italiana”. Nel 2015 la TBB ha fatto da supporter ai Deep Purple nel loro tour italiano e nel 2016 la band è stata eccezionale opening-act al concerto di Bruce Springsteen al Circo Massimo di Roma il 16 luglio.