Scacco matto alla domenica pantofolaia. E’ quello che è accaduto nella giornata di domenica 16 giugno, quando la Associazione che promuove il gioco degli scacchi a Cerignola, con il sostegno e la compartecipazione della Pro Loco cittadina, ha tenuto un torneo grandemente frequentato e che ha ottenuto il plauso di tutti coloro che vi hanno partecipato, pubblico, iscritti e genitori. Grande successo, quindi, per l’evento scacchistico Torneo Semilampo Valido per il GPSP e per l’Elio Rapid Fide e Torneo Amatoriale per i Non Tesserati o con ELO <1440 organizzato dalla ASD Associazione Cerignola Scacchi nell’ambito delle attività della Federscacchi Puglia, nella cornice della sede della Sala Convegni presso l’Ex Opera Pia “Monte Fornari” e con la cooperazione della Pro Loco Cerignola che ha organizzato visite guidate nel contiguo Museo del Grano e delle Fosse Granarie.

Il movimento scacchistico sta riscuotendo sempre maggior interesse un po’ in tutte le fasce d’età ma è stato davvero gratificante verificare la grande attenzione riscossa tra i bambini ed i ragazzi di giovanissima età, una generazione solitamente “preda” dei videogiochi e che difficilmente si confrontano con il mondo reale e in attività che prevedono una quota di socializzazione, in questo caso anche nella forma di competitività. Esperienze sociali di grande importanza e che -al giorno d’oggi- è ben difficile riscontrare nel mondo reale.

Il gioco degli scacchi non emargina le persone attempate (o “anziane”), anzi, le considera fonte di grande saggezza. I giovani sono incentivati al rispetto delle regole ed al fair play tipico dello sport e del rispetto civile. I bambini trovano una via per esaltare la propria fantasia, inventiva e creatività. Insomma, il gioco degli scacchi è un gioco per tutte le età, senza alcuna distinzione di colore, religione o ideologia. Il movimento scacchistico, in verità, ha cominciato a diffondersi a livello popolare negli Anni ’70 e certi incontri storici hanno dato il primo avvio, attraverso maestri del gioco degli scacchi quali Garri Kasparov, Boris Spasskij, Bobby Fisher che hanno raggiunto la notorietà televisiva e massmediatica, alla espansione del gioco nei più disparati contesti sociali e nazionali.

La domenica 16 giugno ed i suoi tornei svoltisi nella Sala Convegni attigua al Polo Museale di Cerignola sono la perfetta dimostrazione della popolarità ricevuta finora dal gioco degli scacchi e del rispetto che ha meritato di conquistarsi nei decenni.

RISULTATI TORNEI

1° assoluto Nicola Altini MI, 2° assoluto Daniele Altini M, 3° assoluto Ruggiero Martire CM.

1° amatoriale Monniello Claudio, 2° amatoriale Benedetti Danilo, 3° amatoriale Landucci Giulia.

In tutto 58 partecipanti provenienti, da Campobasso, Chieti, BAT, Foggia, Taranto.